venerdì,Febbraio 3 2023

Cosenza, autostazione pattugliata giorno e sera. La lotta al crimine non si ferma

Il nuovo Questore Spina vuole ripristinare la legalità in uno snodo centrale dell'area urbana, da tempo zona franca per i pusher

Cosenza, autostazione pattugliata giorno e sera. La lotta al crimine non si ferma

Ancora controlli in Piazza delle Province a Cosenza, con gli uomini delle forze dell’ordine a pattugliare la zona dell’Autostazione. Ieri è toccato alle vetture del Comando dei Carabinieri, oggi invece a Polizia e Vigili urbani. La presenza dei Cinofoli, inoltre, è finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. La settimana scorsa, come noto, è stato sequestrato un preoccupante quantitativo di droga e sono state decine le persone identificate.

È la risposta che il nuovo Questore Michele Maria Spina ha inteso dare alle richieste dei residenti del posto, che negli ultimi mesi avevano invocato interventi mirati. L’area, ad ogni ora del giorno e della notte, è stata teatro di risse e tumulti, molti dei quali amplificati da video e foto circolati poi sui social.

Che fosse inoltre una piazza di spaccio è stato certificato dalla marijuana e dall’hashish, pronti ad essere venduti ai consumatori, rinvenuti dagli agenti di Polizia della squadra mobile, della squadra volante e del reparto di prevenzione del crimine. Anche negozianti e pendolari avevano manifestato preoccupazione per la deriva che l’autostazione di piazza delle Province a Cosenza aveva avuto.

I controlli di questi giorni stanno interessando anche le corsie dove i bus sostano in attesa di affrontare le tratte di competenze: è lì talvolta che i balordi disturbano chi è in attesa di prendere posto sui pullman. L’operazione, per farla breve, è finalizzata a riconsegnare alla città un quartiere talvolta off-limits.