lunedì,Febbraio 6 2023

I carabinieri salvano la vita a un bimbo di un anno: la folle corsa in ospedale

Senza l'intervento dei militari dell'Arma, che hanno scortato i genitori nel traffico di Napoli fino al pronto soccorso, il bambino sarebbe morto. Ecco cosa ha detto il medico

I carabinieri salvano la vita a un bimbo di un anno: la folle corsa in ospedale

Una storia commovente quella che arriva da Napoli raccontata dalle agenzia di stampa. I carabinieri salvano la vita a un bimbo di un anno che era andato in arresto cardiaco. Una corsa disperata nel traffico del pomeriggio: in auto una madre stringeva a sé il proprio figlio di un anno, che aveva perso i sensi, mentre il padre cercava di farsi spazio nel traffico per correre in ospedale.

A Napoli, una pattuglia dei carabinieri, attirata dal suono incessante del clacson, ha scortato l’auto nel traffico, raggiungendo l’ospedale Villa Betania in breve tempo. I carabinieri hanno sentito il frastuono e da lontano hanno visto quel corpicino stretto tra le braccia della madre. Così hanno iniziato a farsi largo nel traffico con lampeggianti e sirene, piazzandosi davanti all’auto dei due genitori disperati. In pochi istanti sono arrivati nel pronto soccorso di Villa Betania.

Davanti ai loro occhi quel piccolo corpicino viene intubato. Le mani dei dottori battevano forte sul suo petto per un massaggio cardiaco. Il suo cuore aveva smesso di battere, era in arresto cardiocircolatorio. Il pianto del piccolo, dopo un po’, ha rotto il silenzio. Per i medici «un minuto in più e sarebbe morto». Il piccolo ora sta bene, ancora tra le braccia della madre grata di aver incontrato i due carabinieri della stazione di Barra.

Articoli correlati