lunedì,Aprile 15 2024

Rende, Provenzano sulle dimissioni di dieci consiglieri: «Adesso un’opposizione più qualificata?»

La capogruppo del Laboratorio Civico attacca: «Una farsa che denota mancanza di rispetto per le istituzioni e i cittadini che dovrebbero rappresentare»

Rende, Provenzano sulle dimissioni di dieci consiglieri: «Adesso un’opposizione più qualificata?»

«Apprendiamo con rinnovato stupore quanto la farsa messa in atto da alcuni consiglieri comunali abbia ormai raggiunto i connotati del grottesco». È quanto dichiara la capogruppo del Laboratorio Civico Romina Provenzano in merito alle dimissioni di dieci componenti dell’assemblea rendese.

«Le dimissioni farlocche annunciate in pompa magna a mezzo stampa – continua – denotano non solo mancanza di rispetto nei confronti delle istituzioni, ma anche dei cittadini che essi dovrebbero rappresentare. Quale scenario dovemmo dunque aspettarci martedì in consiglio comunale? Cambierà quindi l’assetto del civico consesso? Non ci saranno più i dieci consiglieri? Possiamo augurarci una nuova opposizione magari più qualificata?».

«Ci risulta infine poco chiaro – aggiunge – il riferimento al lavoro svolto dalla commissione: è una vera e propria pressione indebita e fuorviante che va assolutamente censurata. D’altra parte sono anni che attraverso falsi nominativi le forze dell’ordine tutte e anche altre istituzioni ricevono notizie assolutamente non veritiere».

«Noi – conclude Provenzano – siamo per salvaguardare la città e la comunità: chi vuole il commissariamento deve dimettersi e non presentarsi martedì al consiglio comunale. Qui si rasenta davvero il paradosso: neanche la più fervida immaginazione avrebbe potuto partorire tale abominio!».

Articoli correlati