mercoledì,Maggio 29 2024

Cosenza, la settimana ad “alto impatto” della polizia

Controlli e perquisizioni in tutto il territorio provinciale nell'ambito di un piano per la sicurezza predisposto dal nuovo questore

Cosenza, la settimana ad “alto impatto” della polizia

Nell’ultima settimana, la Questura di Cosenza ha predisposto una serie di operazioni di contrasto al crimine in tutta la provincia, impiegando 156  equipaggi delle Volanti, 106 della Polizia stradale, 27 del reparto Prevenzione crimine Calabria settentrionale e Unità cinofile, 24 ore su 24. L’attività di prevenzione dei reati e controllo del territorio ha comportato i seguenti risultati: i posti di controllo sono stati 132, nel corso dei quali sono state identificate 1542 persone e controllati 929 veicoli. Da ciò ne sono conseguite 211 infrazioni al Codice della Strada con 6 autovetture sottoposte a sequestro amministrativo e 10 documenti di circolazione ritirati. Sono stati effettuati i controlli amministrativi presso gli esercizi commerciali.

Droga e rapine: un arresto e otto denunce

Consistente l’attività di prevenzione da parte della Squadra Mobile e della Squadra Volante con un arresto e la denuncia a piede libero di 8 persone alle competenti autorità giudiziarie e amministrative  per reati quali rapina aggravata, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, illecita detenzione di armi da taglio, maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, guida in stato d’ebrezza ed il sequestro di modiche quantità di hashish, marijuana e cocaina. In particolare, la Squadra Mobile ha denunciato due persone che si sono rese  responsabili di rapina aggravata, mentre la Volante e la Prevenzione Crimine hanno tratto in arresto una persona in possesso di cocaina pronta per lo spaccio e denunciate altre a piede libero per possesso di sostanze stupefacenti. E’ intervenuta per una segnalazione di lite tra coniugi, soccorrendo un uomo con un evidente ferita da taglio sull’avambraccio destro cagionatagli dalla compagna, poi denunciata per lesioni aggravate.

Autolinee e gioco d’azzardo

Continuano a dare risultati anche i servizi straordinari Interforze ad “Alto Impatto” nei luoghi della città dove sono più presenti fenomeni di criminalità diffusa e degrado e presso il terminal delle autolinee, nell’ambito del programma straordinario di servizi di controllo disposti dal questore Michele Maria Spina. Altri controlli con carabinieri e guardia di finanza, mirati  alla prevenzione e la repressione del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela dei minori, sono stai effettuati in tutta la Provincia. In sede di Comitato provinciale per l’ordine  e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Vittoria Ciaramella, sono stati definiti gli obiettivi da sottoporre a verifica e le modalità attuative delle operazioni, coinvolgendo anche i referenti territoriali dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. In tale circostanza si è proceduto al controllo di venti sale giochi e scommesse  ed esercizi commerciali, tra i quali bar, al fine di contrastare il fenomeno del gioco illegale e per verificare l’eventuale esercizio abusivo di scommesse. Sono state elevate 12 violazioni amministrative ed effettuati 35 sequestri penali e amministrativi (tra cui pc, stampanti termiche, insegne luminose, tabelloni pubblicitari, ricevute di gioco), deferiti anche 8 titolari di sale scommesse per esercizio abusivo di attività di giuoco o scommesse).

Suicidi sventati e misure di prevenzione

Il Commissariato di Corigliano-Rossano, grazie alla tenacia e la freddezza degli operatori di polizia, ha evitato l’insano gesto di un uomo che voleva togliersi la vita con l’intento di lanciarsi da un balcone. Scongiurato il pericolo l’uomo è stato poi affidato alle cure dei sanitari. Prosegue l’attività investigativa degli Specialisti della Divisione Anticrimine finalizzata alla individuazione di persone che, per la loro condotta ed il tenore di vita, debba ritenersi vivano abitualmente, anche in parte, con proventi di attività delittuose e che siano dediti alla commissione di reati che mettono in pericolo la sicurezza e la tranquillità pubblica. In tale ottica il questore ha emesso 9 misure di prevenzione ed è stata firmata una proposta di Sorveglianza speciale. Dall’inizio dell’anno sono stati applicati complessivamente 245 misure di prevenzione personali tipiche.

Espulso un aspirante terrorista

Inoltre vi sono state 3 espulsioni con accompagnamento, di cui una relativa a una persona già tratta a suo tempo in arresto dalla Digos in quanto responsabile del reato di autoaddestramento ai fini di terrorismo. Proseguono, infine, gli incontri con gli studenti,  nell’ambito del progetto nazionale “Pretendiamo legalità”,  tenuti dall’equipe multidisciplinare della Questura di Cosenza che martedì 20 dicembre 2022 sarà presso l’Istituto omnicomprensivo di contrada Gidora  per effettuare un’opera di informazione e sensibilizzazione su cyberbullismo, reati informatici, violenza di genere, uso di sostanze psicotrope e abusi in genere.

Articoli correlati