sabato,Aprile 13 2024

Viali si lecca le ferite: «Cosenza, hai giocato alla pari. Puniti da un episodio»

Il tecnico dei Lupi mastica amaro dopo la sconfitta di Cagliari che ha spedito la sua squadra in fondo alla classifica

Viali si lecca le ferite: «Cosenza, hai giocato alla pari. Puniti da un episodio»

Un crollo verticale. William Viali non solo non ha portato l’auspicata scossa al Cosenza, ma a gennaio dovrà ripartire da zero dal fondo della classifica. Spera di farlo con una rosa nuova di zecca, decisamente più adeguata alla categoria e con uomini offensivi cinici in area avversaria. La sconfitta maturata a Cagliari pesa come un macigno sul morale della truppa, che i tifosi si augurano venga rivoltata che un calzino. L’auspicio dei fan sono tante partenze e un numero importante di operazioni in entrata con elementi di categoria. Che hanno un costo, ovviamente. Stavolta non ci saranno scuse: il baratro è davvero dietro l’angolo.

Il commento di Viali dopo Cagliari-Cosenza

«C’è sicuramente preoccupazione per la classifica – ha spiegato Viali a Sky Sport dopo Cagliari-Cosenza -. Sapevamo che avremmo dovuto lottare fino a fine campionato. Non siamo contenti, ma siamo pronti a giocarcela. Quest’oggi contro il Cagliari ce la siamo giocata alla pari, poi un episodio l’ha sbloccata, ma ripeto per il resto ce la siamo giocata. Il solito episodio ci ha punito, per questo dobbiamo migliorare velocemente».

«Credo che non abbiamo sofferto più di tanto, abbiamo giocato alla pari – ha ribadito poi in conferenza stampa -. Il Cagliari è partito forte e noi, nel momento in cui stavamo gestendo nella ripresa, abbiamo preso gol su calcio piazzato: a volte creiamo ma non concretizziamo, credo sia un problema di mentalità. La classifica fa paura, ma dobbiamo essere più cattivi e focalizzati per rialzarci».

Il tecnico del Cosenza poi torna a parlare delle prestazioni. «Dal mio arrivo, sono sempre state in crescita, ma nelle ultime tre partite non abbiamo raccolto niente, pur giocando bene: oggi abbiamo fatto una grande partita contro un’ottima squadra, poi abbiamo perso per degli episodi. Mercato? Non ci voglio pensare, dobbiamo migliorare su alcune situazioni e dopo la sosta sono certo che la società inizierà a muoversi. Florenzi è alle luci della ribalta dopo la convocazione con Mancini, ha grande personalità nonostante il fisico e l’età. In campo sembra un gigante, è un ragazzo di prospettiva. E’ difficile parlare di prestazioni dopo la terza sconfitta, ma ora restiamo concentrati sul nostro percorso di crescita».

Articoli correlati