lunedì,Febbraio 6 2023

Rende, Brignano conquista il pubblico del Garden col suo “one man show”

Alla fine dello spettacolo il comico ha voluto lanciare un messaggio: «Condanno la ‘ndrangheta e invito i giovani e le donne in particolare, a non arrendersi e combattere questo autentico cancro che attanaglia una terra bellissima e ricca di cultura, non caso culla della Magna Graecia!»

Rende, Brignano conquista il pubblico del Garden col suo “one man show”

Doppio sold out per “No… diamoci del tu”, il nuovo esilarante spettacolo di Enrico Brignano arrivato al Teatro Garden di Rende (Cosenza) per l’unica tappa in Calabria, attesissimo appuntamento del “Rende Teatro Festival”. Un evento davvero unico e speciale, incluso nel progetto teatrale “Tirreno Festival” ideato e diretto da Alfredo De Luca, patrocinato dalla Regione Calabria e realizzato con la collaborazione della Show Net di Ruggero Pegna. 

Dopo il tutto esaurito in poche ore dello spettacolo delle ore 21:00, per far fronte all’incredibile richiesta si è resa necessaria una seconda replica alle ore 17:00, andata anch’essa sold out in pochissimi minuti, per un totale di 2000 spettatori e molti altri rimasti senza biglietto. Vista la grandiosa risposta, è probabile un ritorno dello show già in estate al Teatro dei Ruderi di Diamante. Un successo straordinario per l’amatissimo attore e comico romano, al centro di una scena suggestiva e abbondantemente illuminata nello stile dei grandi varietà televisivi, che ha ricambiato con due spettacoli davvero eccezionali, capaci di strappare risate continue e applausi convinti fino alla standing ovation finale in ognuna delle repliche. Un monologo mozzafiato, a tratto intervallato dalle apparizioni di surreali ballerini e musicisti e da altre trovate sceniche, che ha infiammato e trascinato tutti nel clima festoso di un teatro pervaso da un’allegria straripante e contagiosa.

De Luca, Brignano, Pegna

Enrico Brignano in oltre due ore di autentico “one man show” ha sfoderato tutta la sua bravura e la sua classe da gigante del teatro comico italiano, portando il pubblico a ridere a crepapelle, spesso fino alle lacrime, tra racconti e aneddoti intrisi d’ironia e, a tratti, da una vena sarcastica irresistibile. Battute incalzanti, tirate fuori a raffica addosso a spettatori desiderosi di divertimento, hanno creato un feeling immediato e, sin da subito, letteralmente fatto “esplodere” il teatro in risate inarrestabili, collettive e a momenti quasi convulsive.

Dai tanti “no” ricevuti ai primi provini di attore in cui veniva sistematicamente bocciato, ai corteggiamenti sotto il Colosseo con la sua scomoda 500 disegnata da Giugiaro, magari con Radio Maria in sottofondo, fino ad irresistibili gag sui rapporti tra mariti e mogli, è stata una cura di puro e sano divertimento, una immersione nella grande comicità d’autore di uno degli attori più amati dal pubblico di tutte le età e target. Anche a Rende, si è avuta la conferma che l’ex allievo di Gigi Proietti oggi è un indiscutibile maestro della comicità e del miglior teatro leggero italiano.

Al termine, anch’egli visibilmente contento per il calore e l’accoglienza del pubblico arrivato da ogni angolo della Calabria, Brignano ha ringraziato tutti in modo sincero, formulando i migliori auguri per il nuovo anno e finanche esternando una forte e convinta condanna alla ‘ndrangheta che «offende tutti i calabresi, le mamme, le donne di questa regione», invitando i giovani e, appunto, le donne in particolare, a «non arrendersi e combattere questo autentico cancro che attanaglia una terra bellissima e ricca di cultura, non caso culla della Magna Graecia!». Strameritato il Premio del “Rende Teatro Festival” e, soprattutto, il clamoroso successo e l’abbraccio del numerosissimo pubblico.

Articoli correlati