mercoledì,Febbraio 21 2024

Unical, in mezzo al prato spunta una piazzola di cemento: «Scelta illogica e irrispettosa dell’ambiente» | VIDEO

La piattaforma è stata posizionata nello spazio verde dell'area del Polifunzionale e dovrà ospitare le pompe di calore destinate a servire due aule di Farmacia. La denuncia di alcune associazioni: «C'erano soluzioni migliori»

Unical, in mezzo al prato spunta una piazzola di cemento: «Scelta illogica e irrispettosa dell’ambiente» | VIDEO

Una piazzola di cemento in mezzo al verde. La denuncia arriva da ambienti universitari: docenti, dipendenti e associazioni come Filorosso ed Entropia. Perché è proprio all’Unical che il “misfatto” ha avuto luogo. Il punto esatto è l’area del Polifunzionale, «polmone verde e centro storico dell’ateneo – si legge in un post sulla pagina Facebook del webmagazine “Fatti al cubo” –, dove prima di mettere mano per qualsiasi intervento, bisognerebbe pensare a preservare il verde e il paesaggio ambientale e architettonico, poiché costituisce un patrimonio inestimabile per la collettività».

Ieri mattina invece, in quel polmone verde, gli operai si sono messi al lavoro per costruire una piattaforma su cui installare alcune pompe di calore da collegare a due aule della Facoltà di Farmacia. «Eppure le alternative nei dintorni non mancherebbero: ci sono tanti anfratti in cemento dove i macchinari possono facilmente trovare spazio, soluzioni insomma meno impattanti», si legge ancora nello stesso post sul social.

Una situazione che è stata fatta presente, ma senza alcun risultato: «Dagli uffici ci fanno sapere – è scritto – che dopo attenti sopralluoghi, questa è sembrata l’unica soluzione. L’unica soluzione utile a due aulette ma dannosa per tutto il resto del Polifunzionale».

Si parla, è la denuncia partita dagli ambienti universitari, di aulette di 20 posti l’una che non necessitano di grandi impianti e l’unità esterna poteva essere posizionata in tanti altri posti già occupati dal cemento (mostrati nel video qua sotto), senza danneggiare lo spazio verde, peraltro anche più in prossimità dei locali da servire. Invece la piattaforma destinata a ospitare i macchinari è comparsa proprio nel bel mezzo del prato, lungo il viale che conduce all’anfiteatro. Una scelta «illogica e che denota mancanza di rispetto dell’ambiente», affermano dalle associazioni.

Articoli correlati