sabato,Maggio 18 2024

Truffe agli anziani, Cosenza punta sulla prevenzione

Progetto di contrasto ideato dall'amministrazione comunale e riunione operativa con forze dell'ordine, sindacati e associazioni

Truffe agli anziani, Cosenza punta sulla prevenzione

Riunione operativa ieri mattina presso la sede Welfare del Comune di Cosenza per discutere del progetto di prevenzione e contrasto alle truffe a danno degli anziani. All’incontro convocato dall’assessore alle politiche sociali, Veronica Buffone, hanno partecipato il vicequestore della Polizia di Stato, Domenico Lanzaro, il comandante del nucleo operativo dei carabinieri di Cosenza, Luigi Bazzurri, Francesco Cosentini presidente Forum III settore, Raffaele Zunino, segretario della FNP Cisl, Antonio Canonaco per la UIL, Giannino Dodaro segretario SPI CGIL  e Benito Rocca in rappresentanza del CSV.

Il progetto si rivolge agli over 65 e nasce dalla volontà del sindaco Franz Caruso di sostenere e tutelare le categorie più fragili del territorio, di cui gli anziani fanno parte anche quando sono individui operativi e pieni di risorse. L’obiettivo è quello di promuovere processi di invecchiamento attivo e consapevole, con particolare riferimento alla difesa da imbroglioni e ciarlatani. Le truffe agli anziani, infatti, sono in costante aumento per cui l’Amministrazione Comunale ha inteso accendere i riflettori sui possibili raggiri nei confronti di persone anziane, con l’obiettivo di prevenirli, attraverso una campagna informativa in collaborazione con le forze dell’ordine, i sindacati di categoria e le associazioni di settore.

L’idea progettuale è stata sviluppata dalle psicologhe del Settore 6 Welfare del Comune di Cosenza, Benedetta Aquino e Federica Bosa, in collaborazione con l’assistente sociale Giusy Pizzonia referente del settore anziani, la sociologa Gemma Perri, coadiuvati dalla P.O. Sofia Vetere. Tra le attività previste vi è la realizzazione di una campagna informativa e formativa. A tal fine saranno divulgate sull’intero territorio cittadino apposite locandine contenenti i comportamenti da attivare in caso di pericolo ed i numeri utili da contattare per un pronto intervento.

L’azione formativa prevede, invece, la realizzazione di incontri, che saranno svolti dagli operatori del settore 6 welfare di Cosenza in collaborazione con le Forze dell’Ordine (Carabinieri, Polizia, Polizia Postale) e i rappresentanti del Terzo Settore. Tutti i partecipanti hanno plaudito al progetto del Comune di Cosenza, ritenendolo di straordinaria valenza sociale atteso l’aumento del fenomeno criminale che fa leva sull’emotività e sulla fragilità fisica dell’anziano. Le tecniche adottate  dai truffatori sono subdole e molto fantasiose, ma con schemi ricorrenti, per cui essere messi nelle condizioni di riconoscerli è ritenuto il primo passo per difendersi. Su questi argomenti si terrà  domani, giovedì 19 gennaio, alle ore 10 il primo incontro formativo presso la sede Cisl di via Caloprese.

Articoli correlati