venerdì,Giugno 14 2024

Il procuratore Nicola Gratteri: «Gli imprenditori versavano anche 20mila euro di tangente al mese» | VIDEO

Il capo della procura di Catanzaro in conferenza stampa spiega i contenuti dell'operazione che ha portato all'arresto di oltre 50 persone legate ai clan mafiosi della provincia di Vibo Valentia

Il procuratore Nicola Gratteri: «Gli imprenditori versavano anche 20mila euro di tangente al mese» | VIDEO

«La provincia di Vibo Valentia è ad altissima densità mafiosa, qui c’è anche la massoneria deviata». Così il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri illustrando i dettagli dell’operazione Olimpo che ha portato all’arresto di 56 persone. «Oggi qui – ha continuato il procuratore – abbiamo i massimi vertici della Polizia di Stato che sono venuti sottolineare l’importanza di questo lavoro. Li ringraziamo per l’investimento che hanno fatto in termini di uomini e di mezzi che è quasi raddoppiato rispetto a qualche anno fa nelle quattro province e i risultati di oggi lo dicono chiaro».

«È un’indagine – ha aggiunto Gratteri – in cui dal nostro punto di vista non ci sono gravi indizi di colpevolezza ma prove. I risultati sono stati ottenuti grazie alle intercettazioni telefoniche, tematiche, ambientali e pedinamenti. Noi crediamo di aver dimostrato questa notte dopo due anni di indagini un sistema capillare e sistematico di controllo di tutte le attività alberghiere e turistiche sulla costa tirrenica soprattutto provincia di Vibo con epicentro a Tropea e i paesi vicino Tropea».

Il procuratore ha precisato pure che «la ‘ndrangheta chiedeva e otteneva la tangente per qualsiasi tipo di attività che riguardava il sistema turistico, dai trasporti con l’autobus alla fornitura di generi alimentari e finanche il controllo del porto di Tropea. Abbiamo documentato come gli imprenditori fossero costretti a versare una tangente mensile anche del valore di 20mila euro».

Continua a leggere l’articolo su Lacnews24.it

Articoli correlati