martedì,Marzo 5 2024

Al via i test clinici su larga scala sui vaccini per le diverse forme di cancro

L'obiettivo - ha spiegato BioNTech - è accelerare la ricerca su questo fronte, cogliendo le lezioni della pandemia di Covid-19

Al via i test clinici su larga scala sui vaccini per le diverse forme di cancro

Al via entro quest’anno in Gran Bretagna i test clinici su larga scala su vaccini per diverse forme di cancro. L’arruolamento dei pazienti comincerà a partire da settembre 2023. Il governo del Regno Unito collaborerà con la tedesca BioNTech per arrivare fino a 10mila persone inserite in studi clinici su immunoterapie a mRna per trattare i tumori. L’annuncio ufficiale era arrivato nei giorni scorsi ed è stato ribadito dai vertici di BioNTech.

Il progetto è gestito dal servizio sanitario nazionale (Nhs) e da Genomics England. L’obiettivo – ha spiegato BioNTech – è accelerare la ricerca su questo fronte, cogliendo le lezioni della pandemia di Covid-19. Contro il coronavirus Sars-CoV-2, infatti, lo sviluppo del vaccino fu accelerato anche grazie alla collaborazione tra sistemi sanitari, mondo accademico, autorità regolatorie e settore privato.

I trial dureranno fino al 2030. Circa un terzo dei candidati vaccini a mRna sono già in sperimentazione nel Regno Unito e utilizzano tutti una combinazione fissa di antigeni associati al tumore codificati dall’mRna. Fra questi – come riferisce ‘Nature’ online – BNT111 per il melanoma avanzato, BNT112 per il cancro alla prostata e BNT113 per i tumori della testa e del collo e altre neoplasie. Sempre nell’ambito dell’accordo, BioNTech istituirà un centro di ricerca e sviluppo a Cambridge, Uk, che impiegherà circa 70 ricercatori, nonché un ufficio a Londra.

L’azienda punta a far sì che queste terapie diventino presto un trattamento regolare per i pazienti colpiti da determinati tipi di neoplasie. La tecnologia ha fatto molta strada, hanno sottolineato i vertici di BioNTech, precisando che adesso è possibile creare un vaccino personalizzato per il cancro in 4-6 settimane, laddove un tempo servivano anche 3-6 mesi.

fonte: Adnkronos

Articoli correlati