lunedì,Luglio 15 2024

A Cosenza la presentazione dell’ultimo libro di Mimmo Gangemi “L’atomo inquieto”

L'appuntamento apre ufficialmente il programma di attività culturali frutto del partenariato tra amministrazione comunale e Fondazione Giuliani

A Cosenza la presentazione dell’ultimo libro di Mimmo Gangemi “L’atomo inquieto”

Primo appuntamento, domani, giovedì 2 marzo, alle ore 17,30, a Cosenza a Villa Rendano, del nuovo programma di attività, frutto della sinergia tra l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Franz Caruso e la Fondazione “Attilio ed Elena Giuliani”, presieduta da Walter Pellegrini, che nelle scorse settimane hanno sottoscritto uno schema di convenzione finalizzato a promuovere attività artistico-culturali in partnership tra loro. L’occasione l’ha fornita il decennale della Fondazione Giuliani che ricorre proprio quest’anno e per il quale l’amministrazione comunale e la stessa Fondazione hanno immaginato e disegnato un percorso comune volto a condividere un programma di iniziative in ambito culturale, propedeutico alla elaborazione di un Piano strategico di sviluppo culturale che coinvolga, in un patto di collaborazione, il mondo associativo del tessuto urbano.

Per il primo appuntamento del programma che amplia l’offerta culturale in città ed al quale è stato dato il titolo “Libri in Villa”, il Comune e la Fondazione Giuliani hanno invitato  il noto scrittore di  Santa Cristina d’Aspromonte Mimmo Gangemi che presenterà il suo ultimo libro “L’atomo inquieto”, edito da Solferino. In questa sua nuova fatica letteraria, Gangemi riesplora alla sua maniera ed utilizzando la forma romanzata, la storia, avvolta ancora dal mistero, del grande fisico italiano Ettore Majorana, altrettanto misteriosamente scomparso in un pomeriggio del 1938.

Alla presentazione del libro interverranno il sindaco Franz Caruso e il presidente della Fondazione “Attilio e Elena Giuliani” Walter Pellegrini. Con Mimmo Gangemi dialogherà, nella cornice di Villa Rendano (ore 17,30) Antonietta Cozza, consigliera delegata alla Cultura del sindaco di Cosenza.

“L’atomo inquieto” è l’unico romanzo attualmente esistente sul mistero che avvolge la storia di Ettore Majorana sulla quale molti saggi e cronache giornalistiche hanno mantenuto desta, negli anni, l’attenzione, interrogandosi sulla ancora non chiara sparizione del fisico.

Secondo l’autore « il romanzo è una forma letteraria che magari riesce a giungere dove la storia non è riuscita a penetrare, raccontando, con il ricorso all’immaginazione, una verità che non è detto non contenga dentro di sé degli elementi reali».

«Mimmo Gangemi – si legge nelle note al volume – riporta in vita una delle figure più interessanti ed enigmatiche del Novecento, distillando dagli scarsi indizi e dalle molte congetture sulla sua scomparsa una sontuosa e avvincente narrazione. E ci restituisce un Majorana insieme fedele alla realtà storica e pienamente contemporaneo, nella tensione estrema tra scienza e morale che percorre la sua vita e nel dilemma tra dovere e libertà che segna anche il nostro tempo».

Articoli correlati