venerdì,Giugno 14 2024

Mattarella a Crotone, visita ai superstiti del naufragio. La folla urla: «Giustizia» | VIDEO

Il Capo dello Stato è arrivato nella città pitagorica. Nella cittadina pitagorica ha fatto tappa anche la neosegretaria Pd, Elly Schlein che nelle scorse ore aveva duramente criticato il ministro Piantedosi

Featured Video Play Icon

È arrivato a Crotone il Presidente della Repubblica Sergio Matterella. Il capo dello Stato  è atterrato all’aeroporto Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto, ha raggiunto in auto l’ospedale San Giovanni di Dio dove sono ricoverate 15 persone, i superstiti del naufragio di Steccato di Cutro.

Il presidente accolto all’arrivo da alcuni applausi all’ingresso del nosocomio è stato accolto dal Commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Crotone Simona Carbone e dal direttore sanitario Lucio Cosentino che lo hanno accompagnato nei reparti. «Presidente non ci abbandoni». È l’invocazione rivolta dalla folla al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’uscita dall’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone.

Al PalaMilone per rendere omaggio alle vittime

Successivamente Mattarella si è recato al Palamilone, la struttura sportiva già gremita di persone, dove sono state sistema le bare e dove incontrerà i parenti e renderà omaggio alle vittime della tragedia. Il presidente è stato accolto dall’applauso della folla ai lati della strada mentre alcuni gridavano “giustizia, giustizia”. Presenti anche il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, il presidente della Provincia di Crotone, il vescovo di Crotone e il sindaco Vincenzo Voce. Il presidente della Repubblica si è trattenuto in raccoglimento davanti alle bare raccolte nella camera ardente. Il capo dello Stato si è trattenuto da solo davanti ai feretri per alcuni minuti (foto in apertura Ansa).

Giocattoli ai bimbi ricoverati

L’arrivo del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nell’ospedale di Crotone, dove sono ricoverati 15 superstiti del naufragio di domenica scorsa nelle acque dello Ionio crotonese, tra cui alcuni bambini, è stato preceduto da alcuni pacchi contenenti giocattoli fatti consegnare dal presidente Mattarella ai piccoli degenti superstiti che si trovano nel reparto di pediatria . Davanti all’atrio del nosocomio tra operatori e degenti in tanti hanno applaudito il presidente, che è apparso particolarmente commosso. Il presidente si è informato delle condizioni dei ricoverati e, secondo quanto ha riferito la commissaria Carbone, «ha ringraziato i sanitari e tutto il personale per quello che è stato fatto e che si sta facendo per l’assistenza ai superstiti».

Cordoglio anche per Elly Schlein

Dopo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è arrivata a Crotone anche Elly Schlein. Al suo arrivo, la neosegretaria del Partito democratico, circondata da giornalisti e cineoperatori, non ha inteso rilasciare alcuna dichiarazione ed è entrata subito nel Palamilone, la struttura in cui sono allineate le 67 bare delle vittime. Schlein, accompagnata, tra gli altri, dal segretario regionale del Pd Nicola Irto e dai parlamentari Matteo Orfini e Nico Stumpo, ha sostato in silenzio davanti ai feretri. Durante la visita la parente di una vittima, attorniata dagli operatori della Croce rossa, si è abbandonata a grida di dolore e di disperazione.

La giovane donna afghana, che ha ancora sul volto e sulle mani i segni delle lesioni riportare nel naufragio, ha raccontato alla segretaria del Pd, con l’aiuto di un interprete, le sofferenze patite. La donna, madre di due delle giovani vittime e di una terza ragazza ricoverata in ospedale, ha parlato tra le lacrime degli stenti vissuti durante il viaggio e ha chiesto ad Elly Schlein di aiutarla a farsi consegnare le salme dei due figli. La segretaria del Pd è apparsa molto toccata dal racconto della donna e le ha espresso parole di conforto, assicurandole il proprio interessamento con la Prefettura di Crotone.

Articoli correlati