mercoledì,Maggio 29 2024

Roggiano inaugura il Paladundee, il palazzetto dedicato al grande manager della boxe americana

Taglio del nastro per la struttura sportiva il cui nome è un omaggio ad Angelo Mirena, che lavorò con pugili del calibro di George Foreman e Muhammad Alì

Roggiano inaugura il Paladundee, il palazzetto dedicato al grande manager della boxe americana

Taglio del nastro a Roggiano Gravina per il Paladundee, il palazzetto dello sport di contrada Santa Lucia la cui denominazione è un omaggio alla memoria della figura e dell’opera di Angelo Dundee Mirena, figlio di Filomena Cianelli e Angelo Merenda, nativi di Roggiano, considerato uno dei più grandi manager della boxe americana che nella sua lunga carriera ha lavorato con Sugar Ray Leonard, George Foreman, Josè Napoles ed è stato allenatore di Muhammad Alì dal 1960 al 1981, con il quale formò il binomio più vincente della storia del pugilato.

La cerimonia di inaugurazione, preceduta dalla benedizione del parroco, don Andrea Caglianone, è stata presieduta dal sindaco di Roggiano Salvatore Di Maio, e da Rosaria Succurro.

Proprio la presidente della Provincia di Cosenza ha ribadito come questa struttura, posta al servizio anche degli altri comuni del comprensorio, sia utile ad «allontanare i ragazzi dalle devianze sociali ed a tutelare la loro salute attraverso la prevenzione migliore, che è l’attività sportiva. Dopo l’apertura del Palazzo dello sport di Amantea da parte dell’amministrazione provinciale che ho l’onore di guidare – ha aggiunto – abbiamo dato ai cittadini un altro bene comune utile e prezioso. Ma non ci fermiamo qui. Abbiamo a disposizione risorse per 200 milioni di euro, sia per l’edilizia scolastica che per costruire nuove palestre. Vogliamo contribuire a sviluppare i territori del cosentino attraverso la costruzione di nuovi edifici scolastici e di luoghi sicuri dedicati alla pratica sportiva, indispensabili per la crescita sana delle nuove generazioni. Tra questi, ora c’è pure il palazzo dello sport di Roggiano, comune strategico nel cuore della Valle dell’Esaro. Nello specifico, i lavori – ha informato la presidente Succurro – erano iniziati nel 2002, grazie al compianto Antonio Acri».

Il taglio del nastro è stato accompagnato da una partecipazione straordinaria di persone, tra cui numerosissimi bambini. «Ringrazio – ha concluso Rosaria Succurro – il sindaco Salvatore De Maio e tutti gli altri colleghi primi cittadini della zona, che hanno dimostrato viva gratitudine per l’apertura di questa nuova struttura, ideale per la crescita dei nostri bambini e dei nostri giovani».

Articoli correlati