venerdì,Giugno 14 2024

Cosenza, disposto il censimento obbligatorio dell’amianto

Il sindaco Franz Caruso: «Finalmente abbiamo avviato le azioni di bonifica e di gestione di questo materiale cancerogeno»

Cosenza, disposto il censimento obbligatorio dell’amianto

Con apposita ordinanza sindacale è stato disposto il censimento obbligatorio della presenza di amianto sull’intero territorio comunale. Tutti i proprietari di immobili con coperture in lastre di cemento amianto, di beni immobili nei quali siano presenti materiali o prodotti contenenti amianto, nonché i titolari o legali rappresentanti d’unità produttive o altro,  dovranno provvedere ad effettuare il censimento degli stessi  mediante  l’utilizzo  di  apposito  modello  disponibile presso l’ufficio tecnico del Comune, sito in Piazza Matteotti o scaricabile dal sito internet www.comune.cosenza.it  nella sezione Amianto.

Le schede, debitamente compilate dal proprietario o dall’amministratore, o dal legale rappresentante dell’immobile, vanno spedite a mezzo PEC al Comune di Cosenza all’indirizzo comunedicosenza@superpec.eu oppure consegnate direttamente al Protocollo Generale dell’Ente entro e non oltre il termine di 120 giorni dalla pubblicazione dell’ordinanza, avvenuta questa mattina. In seguito, il Comune trasmetterà all’A.S.P. di Cosenza, distretto di Cosenza, tutte le schede pervenute, per il prosieguo dell’iter di competenza. E’ obbligatorio, infatti, che il trattamento del materiale e la bonifica dei siti vengano svolti da ditte specializzate, per evitare rischi per la salute pubblica.

«Cominciamo ad attuare il Piano Comunale Amianto, che abbiamo approvato nello scorso mese di novembre in ottemperanza al Piano regionale Amianto Calabria del 2016 – afferma il sindaco Franz Caruso – dopo aver recuperato ritardi di anni. L’obiettivo è ora di procedere speditamente ad attivare ogni azione utile a  debellare questo materiale cancerogeno dalla nostra città».

«Abbiamo portato avanti un lavoro imponente – sottolinea il Primo Cittadino – per arrivare all’approvazione del PAC che rappresenta uno strumento fondamentale per la salvaguardia ambientale e la salute dei cittadini, attraverso il quale oggi  potremo avviare azioni di bonifica e di gestione del rischio amianto. Di questo lavoro ringrazio l’assessore Maria Pia Funaro, il dirigente del settore, Giannino Ramundo e l’intero consiglio comunale».

«Mi auguro – conclude il sindaco Franz Caruso – che si possano ottenere risultati rilevanti già nel medio periodo, seppur consapevoli che il problema dell’amianto è molto complesso anche per via dell’utilizzo diffuso che di questo materiale è stato fatto sul nostro territorio come in tutta Italia, sia a livello industriale che civile».

Articoli correlati