domenica,Aprile 14 2024

Buffone: «Spadafora stia sereno, l’auditorium di Donnici verrà riparato»

L'assessore con la delega alla Protezione Civile "tranquillizza" il capogruppo di Fratelli d'Italia ed aggiunge: «Uscita infelice, credo se ne stiano anche rendendo conto»

Buffone: «Spadafora stia sereno, l’auditorium di Donnici verrà riparato»

In maggioranza non si placa l’indisposizione per l’intervento sottoscritto ieri pomeriggio da tre consiglieri di minoranza. Francesco SpadaforaIvana Lucanto e Alfredo Dodaro hanno evidenziato, dal canto loro legittimamente, come il polifunzionale di Donnici sia abbandonato a se stesso dopo il downburst che ha colpito l’area urbana qualche settimana fa. Hanno inviato alla stampa le foto dei vetri rotti e di come gli interni siano esposti alle intemperie. Fin qui insindacabile, ma il passaggio sulle incapacità di gestire le emergenze di Palazzo dei Bruzi ha scatenato le reazioni dell’assessore Francesco De Cicco e dei capigruppo della maggioranza

Leggi anche ⬇️
Leggi anche ⬇️
Leggi anche ⬇️

Definirle vibranti sarebbe un eufemismo, anche perché in entrambi gli interventi-stampa si è preso di mira in particolare Spadafora, capogruppo di Fratelli d’Italia, che a Donnici ha il suo bacino elettorale. La stessa frazione in cui risiede Veronica Buffone, l’esponente di giunta che detiene la delega alla Protezione civile.

Quella domenica è tornata di fretta e furia da Lamezia Terme dove stava partecipando all’incontro con il leader del Movimento Cinque Stelle Giuseppe Conte. «Ieri sera potevano risparmiarsela. È stata infelice e credo se ne stiano anche rendendo conto – spiega Buffone -. Mettere in dubbio l’immediato intervento di Palazzo dei Bruzi significa mentire a se stessi oltre che diffondere informazioni non veritiere. Al presentarsi degli eventi atmosferici avversi abbiamo immediatamente attivato il Coc, il Centro Operativo Comunale, e abbiamo lavorato fino a tarda serata».

Buffone spiega anche che «la Protezione civile ha immediatamente passato al setaccio l’intero territorio, comprese le periferie e quindi anche Donnici, per una conta dei danni. Sono stati altresì individuati eventuali situazioni da cui potesse derivare pericolo per l’incolumità pubblica. Siamo stati anche supportati dalle associazioni in maniera davvero preziosa».

L’assessore ribadisce un concetto già espresso da De Cicco e lo rimarca con la stessa enfasi. «La priorità è stata data alle famiglie allontanate dalle proprie abitazioni per le quali è stata individuata una soluzione idonea ma circoscritta nel tempo – taglia corto -. Contemporaneamente sono partiti gli interventi sugli edifici pubblici per garantire loro il rientro a casa. Spadafora stia sereno: l’auditorium di Donnici verrà ripristinato. Proprio ieri mattina ne abbiamo discusso con De Cicco e con i dirigenti del settore competente».