venerdì,Giugno 14 2024

Cosenza, aperto il sesto cantiere di Agenda Urbana. A Santa Lucia tre interventi

Il sindaco Franz Caruso parla di social housing ed evidenzia: «Sarà il rione della rinascita per il centro storico della nostra città»

Cosenza, aperto il sesto cantiere di Agenda Urbana. A Santa Lucia tre interventi

«E’ proprio dal Rione Santa Lucia, sede di uno dei tre interventi di Social Housing previsti da Agenda Urbana, che parte la rinascita del Centro Storico di Cosenza». Lo afferma il sindaco Franz Caruso annunciando l’apertura del VI cantiere del programma Agenda urbana.

Leggi anche ⬇️

«L’importante e prestigioso intervento – prosegue il sindaco Franz Caruso – prevede la riqualificazione e il recupero funzionale di un grande edificio ubicato nello storico rione, acquisito a partire da oggi alla proprietà pubblica, al fine di realizzare alloggi sociali destinati a garantire il diritto all’abitare degno soprattutto, ma non solo, alle categorie fragili. L’obiettivo che stiamo perseguendo è quello di innescare i necessari processi di rigenerazione urbana e sociale, in una zona particolarmente problematica di Cosenza Vecchia, contrastando il disagio abitativo, sperimentando nuovi modelli abitativi e contribuendo a migliorare i servizi per tutti i residenti del quartiere».

«Stiamo così proseguendo celermente a porre in essere un impegno straordinario- conclude il Primo Cittadino – che oggi si concretizza sul territorio con l’apertura dei cantieri, per un rilancio del nostro Centro Storico che servirà la crescita di tutta Cosenza e dell’intera area urbana, proiettandoci verso un futuro di sviluppo concreto».

«Il lavoro non si presenta semplice per lo stato di grande degrado in cui si trovano gli edifici – spiega Francesco Alimena, consigliere delegato al centro storico -. In particolare, una parte dell’intervento è costituito da 4 corpi di fabbrica addossati, che si sviluppano su diversi piani e che hanno subito nel tempo una serie di manomissioni, con l’inserimento e la costruzione di diverse superfetazioni. Negli ultimi anni, lo stato di degrado si è ulteriormente accentuato, si sono verificati alcuni crolli di tetti, solai e di murature e piccoli incendi. L’intervento si configura come un restauro e risanamento conservativo con miglioramento sismico attraverso consolidamenti delle parti strutturali».

«Le coperture saranno ridisegnate in modo da ottimizzare le falde e la gestione delle acque meteoriche. Gli interventi di consolidamento delle parti strutturali seguiranno i princìpi del restauro, adottando soluzioni e materiali compatibili con le murature originarie. Il fine – conclude il consigliere Alimena –  è di offrire alloggi comunali confortevoli a prezzo calmierato. E, naturalmente, senza dimenticare lo spazio antistante: l’attuale non-luogo sarà trasformato in una piazza adatta alle esigenze del quartiere con particolare attenzione all’utilizzo da parte delle bambine e dei bambini di Santa Lucia. Lo meritano da troppo tempo».

Articoli correlati