venerdì,Giugno 14 2024

Mediterraneo Festival Corto a Scalea, la XIII edizione sarà dedicata ad Alberto Sordi

La scelta arriva a vent'anni dalla scomparsa dell'attore romano e nel cinquantenario di uno dei film più significativi da lui diretti, “Finché c’è guerra c’è speranza”

Mediterraneo Festival Corto a Scalea, la XIII edizione sarà dedicata ad Alberto Sordi

«Sarà dedicata ad Alberto Sordi la tredicesima edizione del Mediterraneo Festival Corto in programma a Scalea nei giorni 5, 6, 7, 8, e 9 Luglio 2023. Come annunciato nel corso della conferenza stampa tenutasi lo scorso 19 aprile, la scelta arriva a vent’anni dalla scomparsa dell’attore romano e soprattutto nel cinquantenario di uno dei film più significativi diretti da Sordi, “Finché c’è guerra c’è speranza”». Lo comunica in una nota l’ufficio stampa dell’evento, che quest’anno passa da Diamante alla città di Torre Talao.

La mostra fotografica

«Nei giorni del Festival – si legge ancora – sarà allestita una mostra fotografica con scatti originali ed unici di Roberto Villa, fotografo di scena sul set del film. La mostra sarà visitabile all’interno del Chiostro di Palazzo dei Principi Spinelli. Roberto Villa è stato già ospite del Mediterraneo Festival Corto nel 2022 sempre con una mostra con scatti unici dal set “Il fiore delle mille e una notte” di Pier Paolo Pasolini cui era dedicata la dodicesima edizione del Festival. “Quest’anno il Festival è dedicato ad Alberto Sordi, un grande caratterista dall’enorme sensibilità umana – dicono gli organizzatori -. Un attore nel senso più profondo della parola, un artista che ha vissuto per la recitazione e per il suo pubblico”».

A 50 dal film

«“Finché c’è guerra c’è speranza” è scritto e diretto da Alberto Sordi che è anche protagonista. La vicenda è ambientata in Africa, in una ex colonia francese e in una ex colonia portoghese, entrambe dilaniate da guerre civili interne. Sordi interpreta Pietro Chiocca che si trova a lasciare un umile e onesto lavoro per il più redditizio commercio di armi».