giovedì,Giugno 20 2024

Dieci anni fa l’omicidio di Fabiana Luzzi. Papà Mario: «Carcere a vita per chi commette questi reati»

L'ex fidanzato acquistò una tanica di benzina per dare fuoco alla ragazza prima di ucciderla. Sul luogo della tragedia una toccante cerimonia in suo ricordo

Dieci anni fa l’omicidio di Fabiana Luzzi. Papà Mario: «Carcere a vita per chi commette questi reati»

A dieci anni dalla tragica morte di Fabiana Luzzi, barbaramente bruciata viva e uccisa in contrada Chiubica a Corigliano, «ancora nulla è cambiato sul piano degli interventi». È duro il commento del papà della vittima Mario Luzzi amareggiato per come lo Stato affronta il tema del femminicidio.

«A oggi non è cambiato assolutamente niente – dice sconsolato Mario Luzzi, è rimasto tutto com’era. I delinquenti, gli assassini, hanno gli stessi diritti, godono degli sconti di pena. In questi dieci anni sono sparite più di mille donne, è stata una strage immane». Con voce emozionata ma anche indignata il papà di Fabiana sottolinea come «bisognerebbe applicare realmente le leggi. Per chi commette alcuni tipi di reati non ci dovrebbe essere più ritorno alla libertà».

Poi il nodo importante delle tutele delle vittime nelle fasi topiche d’indagine dove, in molti casi, è a rischio la sicurezza: «In molti casi ci sono dei segnali che purtroppo poi portano alle disgrazie e a certe atrocità. Nel caso di Fabiana furono fatte le denunce ma non ci furono atti di tutela adeguati». Sul luogo della tragedia, si è celebrato l’evento commemorativo alla presenza di tutte le autorità civile e militari. All’Iis Palma, la scuola della piccola Fabiana, sono stati assegnati i premi del Concorso di poesia “Fabiana Luzzi” giunto alla sua 4^ edizione “Dolci Versi”, promosso dall’Istituto di Istruzione Superiore “Luigi Palma” e dal Centro Antiviolenza Fabiana.