giovedì,Maggio 23 2024

Bronzi di Riace, 600 studenti della Calabria a scuola di fumetto con i big del settore

Undici sono stati gli istituti superiori di secondo grado che hanno preso parte ad un ciclo formativo di dieci lezioni

Bronzi di Riace, 600 studenti della Calabria a scuola di fumetto con i big del settore

Cinquecentotrentuno opere, seicento studenti, sette docenti, sei esperti nel comitato scientifico, undici big del fumetto, le cinque province calabresi coinvolte. Chiude “A scuola di fumetto con i Bronzi”, progetto tra le azioni previste dalla Regione Calabria nell’ambito del piano integrato di attività di promozione e valorizzazione culturale dedicato al 50° anniversario del ritrovamento dei Bronzi di Riace. Undici sono stati gli istituti superiori di secondo grado che hanno preso parte ad un ciclo formativo di dieci lezioni, finalizzate alla creazione di tavole a fumetti sul ritrovamento dei Bronzi di Riace e la Magna Grecia.

Si tratta del Liceo Artistico “Lucrezia della Valle” di Cosenza, l’Istituto di Istruzione superiore LS-LC-LA di Corigliano-Rossano, il Liceo Artistico Silvio Lopiano di Cetraro, il Liceo Scientifico statale di Paola, il Liceo Artistico “Pertini-Santoni” di Crotone, l’Istituto d’Istruzione Superiore “De Nobili” di Catanzaro, l’Istituto d’Istruzione Superiore “Morelli-Colao” di Vibo Valentia, l’Istituto tecnico industriale “Panella-Vallauri” di Reggio Calabria, il Liceo Artistico “Preti-Frangipane” di Reggio Calabria, l’Istituto tecnico d’istruzione superiore “Michele Maria Milano” di Polistena ed il Liceo Artistico “Gerace” di Cittanova. Grande l’entusiasmo e la partecipazione degli studenti e delle studentesse calabresi, testimoniati dall’apprezzato intervento della Vice Presidente della Regione Calabria Giusi Princi. «Chissà se tra questi studenti un giorno, possa emergere un illustratore, un disegnatore di successo, capace di raccontare con la matita le bellezze di Calabria. Questo il senso del progetto promosso dall’Istituzione regionale e dalla nostra idea di promozione della cultura».

Presente all’evento conclusivo al Museo del fumetto di Cosenza, la Dirigente del settore cultura della Regione Calabria Ersilia Amatruda e le firme illustri del fumetto italiano: da Luca Raimondo (Sergio Bonelli Editore) l’autore di Lupo Alberto Bruno Cannucciari, passando per Paola Del Prete (autrice Lavieri Comics e Shockdom), Eugenio Sicomoro (autore Sergio Bonelli Editore, Glenat, Danguard),  Andrea Scoppetta (animatore DreamWorks e Disney/Pixar), Luca Passafaro e Daniele Scarfone (animatori fra gli altri della serie Netflix di Zerocalcare “Strappare lungo i bordi”), Giancarlo Caracuzzo, disegnatore per Marvel Dc Comics, protagonisti dei tavoli creativi della giornata, sia al Museo che nelle sale, la Nova e quella degli Stemmi, messe a disposizione da La Provincia di Cosenza.

La giornata conclusiva è stata presentata dalla giornalista Ester Apa e da Vito Foderà, giornalista e conduttore televisivo. Le lezioni al centro del progetto formativo, tenute da vari professionisti del settore, hanno introdotto agli studenti il concetto di Magna Grecia e la storia dei Bronzi di Riace, promuovendone il valore storico-artistico e la portata culturale, in modo innovativo e contemporaneo.

Durante il percorso di formazione, i ragazzi coinvolti, si sono cimentati nella creazione di tavole a fumetti, partendo dalla ricostruzione storica dell’evento. Contemporaneamente hanno avuto la possibilità di declinare, in modo completamente creativo, la storia del ritrovamento di un patrimonio artistico unico, immaginando nuovi sviluppi di narrazione. A chiusura del progetto una pubblicazione editoriale e un e.book scaricabile sul sito web www.ascuolaconibronzi50.i, dove si potranno seguire le lezioni, visionare le opere inedite dei ragazzi coinvolti e i video realizzati.

Articoli correlati