venerdì,Giugno 21 2024

Progetto Piedibus, Bresciani: «A Cosenza c’è dall’era Perugini, con Occhiuto fu ridicolizzato»

Nei giorni scorsi l'incontro tra la "Fiab - Cosenzaciclabile", il preside Massimo Ciglio dell’IC Plastina di via Roma e la vicesindaca Maria Pia Funaro

Progetto Piedibus, Bresciani: «A Cosenza c’è dall’era Perugini, con Occhiuto fu ridicolizzato»

«In merito all’iniziativa promossa pochi giorni fa dalla scuola elementare di via Roma per programmare una mobilità scolastica “ecologica”, è necessario fare le dovute precisazioni»A sostenerlo in una nota è la consigliera comunale di Cosenza Alessandra Bresciani.

Si riferisce ad un incontro organizzato dalla Fiab – Cosenzaciclabile a margine di uno studio condotto con i piccoli studenti dell’IC Plastina di via Roma. Nei giorni scorsi all’iniziativa per conto di Palazzo dei Bruzi ha presenziato la vicesindaca Maria Pia Funaro che ha stretto di fatto un accordo con i referenti Fiab al fine di elaborare una proposta ascoltando le sollecitazioni e le idee che arriveranno in Comune.

«Sono d’accordo – dice – che in una città a misura di bambino serva un “Piedibus”, ovvero un progetto che consenta ai piccoli di andare a scuola a piedi, sia per limitare il numero delle auto in circolazione ogni mattina, sia per favorire l’attività fisica nei bambini. Per questo motivo, mi sono subito messa al lavoro per tentare di realizzare un progetto che sarebbe utile a tutti». 

«È doveroso, però, fare alcune precisazioni e ricordare al dirigente scolastico Ciglio e a tutti i partecipanti all’iniziativa che Cosenza è stato uno dei primi comuni d’Italia ad attuare il Progetto Piedibus. Durante l’ultima amministrazione di centrosinistra, sindaco Perugin,i con l’assessore alla Mobilità Conforti, infatti, Piedibus aveva mosso i primi “passi” e aveva coinvolto tante persone, determinandone il suo successo. Purtroppo – spiega Bresciani – con l’avvento dell’amministrazione Occhiuto, il progetto è stato accantonato e anche ridicolizzato da alcuni consiglieri comunali. Non è stato più ripreso, nonostante il comune di Cosenza sia stato il precursore della mobilità ecologica per i bambini. Ma non aveva fatto i conti con chi sarebbe venuto dopo».

L’attuale amministrazione comunale vorrebbe ora riportare in vita il progetto e riproporlo alle scuole, coinvolgendo bambini, genitori, vigili urbani. Vorremmo dare agli scolari la possibilità di andare a scuola a piedi, facendo tappa nei centri di raccolta. 

Certo non sarà facile perché la precedente amministrazione di centro destra ed il Sindaco Occhiuto hanno lasciato una grave situazione debitoria, ma questa Amministrazione ed il Sindaco Franz Caruso vogliono porre in essere tutte le azioni necessarie a favorire la mobilità sostenibile per la scuola e per il lavoro.

Articoli correlati