sabato,Maggio 25 2024

Pnrr, firmato un protocollo anti-frodi tra Comune di Cosenza e Guardia di Finanza

Il sindaco Caruso: «Questi fondi attraggono anche soggetti non in linea con i nostri principi di legalità e trasparenza». Il Colonnello Dell'Anna: «L'azione non rallenterà la macchina amministrativa»

Pnrr, firmato un protocollo anti-frodi tra Comune di Cosenza e Guardia di Finanza

Firmato questa mattina a Palazzo dei Bruzi un protocollo tra l’amministrazione comunale e il Comando provinciale della Guardia di Finanza. Il sindaco Franz Caruso e il Colonnello Giuseppe Dell’Anna hanno sottoscritto un documento condiviso al fine di prevenir, ricercare e contrastare le violazioni in danno degli interessi economico-finanziari dell’Unione Europea, dello Stato, delle Regioni e degli Enti locali, connessi alle misure di sostegno e finanziamento del Pnrr.

Nella fattispecie, il protocollo prevede che il Comune di Cosenza comunichi alla Guardia di Finanza informazioni e notizie circostanziate, ritenute rilevanti per la repressione di irregolarità, frodi e abusi di natura economico-finanziaria, di cui sia venuto a conoscenza.

Il tutto avendo cura di segnalare, altresì, elementi su interventi, realizzatori o esecutori che presentino particolari indici di rischio. Si tratta, dunque, di un’attività di collaborazione avente lo scopo di rafforzare le azioni a tutela della legalità delle attività amministrative finalizzate alla destinazione e all’impiego delle risorse suddette.

Franz Caruso ha evidenziato che si tratta «di un’azione preventiva». «Ci confronteremo con la Guardia di Finanza per gli atti e le procedure da seguire, fondamentale in un momento cruciale quale quello che sta vivendo la città. Sono partiti lavori per 120 milioni tra Agenda Urbana e Cis, quindi l’attenzione è massima per quelli che sono i principi di trasparenza e legalità legati alla mia amministrazione».

«Ringrazio il Colonnello Dell’Anna per il protocollo proposto, perché teniamo molto che il valore della legalità venga riaffermato non tanto a tutela di Palazzo dei Bruzi, ma dei cittadini e di tutte le Istituzioni – ha aggiunto-. Le somme che utilizzeremo per gli interventi attraggono anche soggetti non in linea con i valori espressi in precedenza. Da qui l’importanza dell’azione delle Fiamme Gialle che affiancherà quella svolta abitualmente dai nostri uffici».

«Il nostro ruolo è quello che svolgiamo da sempre – ha invece evidenziato il Colonnello Giuseppe Dell’Anna -. Facciamo da sempre il controllo della spesa, ma il Pnrr è un campo nuovo: un unicum della nostra Repubblica. Siamo tuttavia pronti ad intervenire per prevenire ed in caso reprimere. Faremo un controllo sulle procedure per verificare che non ci sia mai un doppio, quindi illecito, canale di finanziamento. La nostra azione non rallenterà in nessun modo l’azione amministrativa. Tutti abbiamo interesse che questi finanziamenti arrivino a destinazione per creare sviluppo. Evitare frodi e corruzione è nelle nostre finalità, ma è la prima volta che firmiamo a livello locale un protocollo del genere».

Articoli correlati