domenica,Maggio 19 2024

Pd Cosenza: «Map unica fonte di reddito per tante famiglie, scongiurare la chiusura»

Nota congiunta del segretario dem di Roggiano Gravina Antonio Gentile e del vice sindaco di Cosenza Maria Pia Funaro

Pd Cosenza: «Map unica fonte di reddito per tante famiglie, scongiurare la chiusura»

«La MAP è una realtà produttiva che da quasi 15 anni dà occupazione a circa 50 cittadini della provincia di Cosenza e rappresenta per molte famiglie del nostro territorio, l’unica fonte di reddito. Un’azienda dell’indotto automobilistico che è entrata in difficoltà a seguito del look down, ma, ciò nonostante, ha tentato di mantenere attiva la produzione o riduzione del personale attraverso lo strumento contratto di solidarietà. Ora, terminate le misure di sostegno, la possibile chiusura dell’impianto genererebbe una situazione drammatica dal punto di vista sociale». Lo dichiara in una nota Antonio Gentile, Segretario PD di Roggiano; membro della Federazione Provinciale di Cosenza.

Le parti sociali sono in prima linea in questa fase, e l’apertura di un tavolo di confronto con le istituzioni regionali è una delle possibili strade per arrivare ad evitare la chiusura e tutto ciò che significherebbe in negativo per le famiglie coinvolte.

«Come Federazione Provinciale del PD, rinnoviamo la nostra solidarietà mettendo a disposizione ciò che è nelle nostre possibilità per dare sostegno ai lavoratori. Conosco personalmente molte famiglie che vivono in questo momento, preoccupazioni e disagio. Saremmo a loro fianco manifestando pubblicamente per chiedere alle istituzioni attenzione verso questa delicata questione. Sollecito nuovamente gli amministratori di Roggiano, di ogni parte politica, a manifestare solidarietà seguendoci in questa azione di sostegno. Serve l’attenzione di tutti in modo trasversale» spiega Maria Pia Funaro, vice sindaco di Cosenza; membro della Commissione di Garanzia del PD Provinciale di Cosenza.

«Il Partito Democratico, attraverso i rappresentanti del territorio sta seguendo attentamente la vicenda dei 50 lavoratori, la crisi della Map si inserisce in un contesto più ampio che riguarda l’intero Paese, che non riesce ad avere una politica industriale a sostegno dell’automotive. La provincia di Cosenza, la Calabria tutta, non può permettersi di perdere una realtà di qualità ed efficienza e per questo crediamo che la politica, a tutti i livelli istituzionali, debba sostenere la battaglia dei lavoratori e la tutela delle loro famiglie» conclude la nota.

Articoli correlati