domenica,Maggio 19 2024

Malarintha, la Cassazione conferma l’annullamento della misura per Rovella

Rigettato il ricorso della Procura di Cosenza, accolte invece le tesi degli avvocati del geometra in servizio al Comune di Rende Franco Napolitano e Gabriele Garofalo

Malarintha, la Cassazione conferma l’annullamento della misura per Rovella

La Corte di Cassazione VI sezione penale in accoglimento delle richieste difensive, rappresentate dagli avvocati Franco Napolitano e Gabriele Garofalo, difensori di Luigi Rovella indagato nel processo “Malarintha”, all’udienza del 7 giugno 2023, ha dichiarato inammissibile il ricorso proposto dalla Procura della Repubblica di Cosenza.

Si trattava di un ricorso avverso l’Ordinanza emessa dal Tribunale di Catanzaro sezione Riesame Misure Personali con la quale era stata annullata la misura interdittiva della sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio (geometra presso l’Ufficio Lavori Pubblici del comune di Rende).

La misura cautelare interdittiva dall’esercizio del pubblico servizio era stata disposta dal GIP presso il Tribunale di Cosenza il 16 novembre 2022, nei confronti del Rovella perché indagato in concorso con altri per i reati di falso, abuso d’ufficio e frode nelle pubbliche forniture relativamente a lavori eseguiti nel comune di Rende.

Il 30 marzo 2023, invce, il Tribunale del Riesame di Catanzaro, in accoglimento dell’appello proposto dagli avvocati difensori del Rovella e non ravvisando la gravità indiziaria a carico dello stesso, aveva disposto la revoca della misura interdittiva ed il Rovella era stato reintegrato nell’esercizio delle sue funzioni.

Avverso tale provvedimento la Procura di Cosenza ha proposto ricorso per cassazione ed il Procuratore Generale all’udienza del 7 giugno ha insistito per l’accoglimento del ricorso. Di diverso avviso è stata la Corte che ha accolto la richiesta dei difensori dichiarandolo inammissibile. Soddisfazione è stata espressa dagli avvocati Gabriele Garofalo e Franco Napolitano

Articoli correlati