lunedì,Luglio 22 2024

Cosenza calcio, steward sospeso dopo l’aggressione a un raccattapalle

Per lui è scattato il divieto d'impiego disposto dalla Prefettura, la vittima era "colpevole" di non avere addosso la pettorina

Cosenza calcio, steward sospeso dopo l’aggressione a un raccattapalle

La Digos della questura di Cosenza ha provveduto a notificare il provvedimento prefettizio del divieto di impiego nei confronti di un assistente di stadio della società del Cosenza Calcio. Lo steward, al termine dell’incontro di calcio di serie B Cosenza-Pisa, che si è disputato presso lo stadio “San Vito-Marulla” lo scorso 1° aprile, si è reso responsabile di aggressione nei confronti di un giovane raccattapalle che si trovava all’interno della struttura sportiva.

Il giovane al termine della partita,  unitamente ad altri suoi colleghi raccattapalle, si era intrattenuto all’interno dello stadio per osservare alcuni giocatori del Pisa che si allenavano. Essendo privi di pettorina identificativa, sono stati sollecitati dallo steward a lasciare l’impianto sportivo. Dopo aver reiterato l’invito, l’assistente di stadio ha cominciato ad inveire contro il giovane e poco dopo lo ha aggredito fisicamente, strattonandolo. Solo l’intervento del personale Digos ha impedito il peggio, allontanando lo steward ed accompagnando i giovani all’uscita dello stadio.

Successivamente è stato richiesto al prefetto di Cosenza l’emissione del provvedimento del divieto di impiego, che è stato poi notificato alla società Cosenza Calcio.