lunedì,Luglio 15 2024

A Cosenza la presentazione del libro “Le mie nove vite”

Ad accompagnarci in questo viaggio nello spazio, nel tempo e nell'impegno civico, sarà Michele Postiglione Bellamy, figlio dell'autrice

A Cosenza la presentazione del libro “Le mie nove vite”

Si svolgerà all’interno del Cavern Club Arci Aprile di Cosenza giorno 7 luglio a partire dalle ore 19,00, un interessante incontro avente come tema la presentazione del libro “Le mie nove vite” di June Rose Yadana Bellamy, ed il racconto di una terra piena di bellezza, storia, fascino e, purtroppo, profonda ingiustizia come la Birmania, oggi Myanmar.

Ad accompagnarci in questo viaggio nello spazio, nel tempo e nell’impegno civico, sarà Michele Postiglione Bellamy, figlio dell’autrice dell’opera scritta insieme al giornalista della Stampa di Torino Francesco Moscatelli. Michele, conosciuto a livello internazionale come “Il principe attivista” nasce dal matrimonio della principessa June Yadana con Mario Postiglione, un medico napoletano dell’OMS-WHO  in Myanmar e, dopo una vita in giro per il mondo al seguito dei continui spostamenti del padre e della madre per motivi di lavoro, si stabilisce in Italia con la famiglia, che ne ha fatto la sua seconda cittadinanza. 

Prima di morire, la mamma ha voluto fargli dono delle sue memorie, raccontando di una vita che ha attraversato cambiamenti epocali testimoniati da incontri con personalità quali Jawaharlal Nehru, Indira Gandhi, Mahatma Gandhi, Ravi Shankar, da un suo ritorno in Birmania come first-lady per poi finire i suoi giorni a Firenze a gestire una scuola di cucina e cultura sud-orientale per trenta anni. Memorie che Michele Bellamy Postiglione sta utilizzando come occasione per tenere viva l’attenzione sulla “Questione Myanmar”, soprattutto dopo il dolorosissimo colpo di Stato del 2021. L’incontro sarà arricchito da proiezioni video, interventi musicali a cura di Roberto Scornaienchi, dallo show-cooking di Giulia Secreti e dall’arte in movimento di Luigia Granata, con la quale si offrirà all’ospite un racconto della nostra terra, cercando di creare ponti anche da così lontano. 

Articoli correlati