venerdì,Giugno 14 2024

Saccomanno (Lega) a Caruso: «Nel Comune di Cosenza c’è una questione morale»

Il leader calabrese del Carroccio loda Gratteri per l'operazione denominata “Maestrale Carthago” e lancia frecciate al sindaco ad un anno da Reset

Saccomanno (Lega) a Caruso: «Nel Comune di Cosenza c’è una questione morale»

«Abbiamo affermato sulla questione morale esistente nel Comune di Cosenza che amministrare un territorio e una città in Calabria non è, sicuramente, una cosa semplice e spesso bisogna assumere delle decisioni importanti che possono, anche, essere molto difficili. Ma, la necessità di essere coerenti e rispettare la “questione morale”, spesso sbandierata e tante volte dimenticata, non può nascondersi». Lo ha affermato il leader della Lega calabrese, Giacomo Saccomanno, he ricorda al sindaco di Cosenza, Franz Caruso, la presenza di un suo amministratore sui banchi degli imputati di Reset

«L’operazione di ieri denominata “Maestrale Carthago”, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, guidata dal procuratore Nicola Gratteri, dimostra che il sistema criminale è pesantemente penetrato nelle istituzioni e nella società civile. Una indagine – aggiunge Saccomanno – che ha dimostrato uno spaccato inquietante e che deve far riflettere tutti. In particolare le istituzioni, la politica e la società civile».

«Grazie a Nicola Gratteri ed al suo coraggio si stanno scoperchiando omicidi, estorsioni, collusioni e, comunque, un sistema criminale ben integrato. Un forte plauso alla Procura distrettuale antimafia, ai magistrati, alle forze dell’ordine ed a tutti coloro che hanno partecipato ad accertare tanti possibili reati. La Calabria – conclude – ha necessità di chiarezza e trasparenza e di un’azione amministrativa impermeabile e al di sopra di qualsiasi sospetto».

Articoli correlati