giovedì,Febbraio 29 2024

Aiello Calabro, tornano le Giornate Fai d’Autunno. Lepore: «Notizia straordinaria»

Appuntamento il 14 e 15 ottobre. Il primo cittadino: ««Il pubblico potrà meravigliarsi di fronte alla ricchezza storica che Aiello possiede, ricchezze che rappresenta la nostra identità»

Aiello Calabro, tornano le Giornate Fai d’Autunno. Lepore: «Notizia straordinaria»

«Il 14 e 15 ottobre tornano le Giornate FAI d’Autunno che vedranno protagonista la nostra meravigliosa Aiello Calabro che potrà mostrare ai numerosi visitatori le straordinarietà che custodisce». Ad annunciarlo è il sindaco Luca Lepore che esprime grande soddisfazione per l’appuntamento.

«Il pubblico potrà meravigliarsi di fronte alla ricchezza storica che Aiello possiede, ricchezze che rappresenta la nostra identità e testimoniano l’importanza che il borgo di Aiello Calabro ha sempre avuto segno evidente il Castello Normanno un tempo il più grande del Regno. L’obiettivo delle due giornate – spiega Lepore – è scoprire luoghi straordinari e sostenere il Fondo per l’Ambiente Italiano ETS che da dodici anni guarda con attenzione al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese con l’intento di far conoscere ai visitatori bellezze rare e poco conosciute affinché questi le facciano emergere e le proiettino nel mondo».

Aiello Calabro farà conoscere Palazzo Cybo Malaspina che sarà visitabile all’interno limitatamente al piano terra, la lavorazione dei fichi prodotto tipico locale, la Chiesa Matrice di Santa Maria Maggiore risalente ai Siscar. «Si tratta di un evento importante – ha aggiunto il primo cittadino – che dovrà vedere protagonista tutta la Comunità Aiellese e dovrà contare sulla collaborazione delle attività commerciali e di ristorazione che potranno portare maggior valore all’accoglienza dei numerosi visitatori».

«Come Amministrazione Comunale non possiamo che esprimere soddisfazione per queste due giornate che si inseriscono nel percorso di promozione territoriale che sin dall’insediamento stiamo portando avanti fortemente convinti che il nostro borgo possiede tanto e attraverso questo si può e si deve intraprendere un percorso di crescita e sviluppo del Territorio e di converso degli aspetti economici e sociali. Si ringraziano – chiude nel suo intervento Luca Lepore – la presidente provinciale Fai di Cosenza, le guide Gisa Guidoccio, Gianfrancesco Solferino, Bruno Pino per aver aderito all’iniziativa offrendo disponibilità e grande collaborazione».

Articoli correlati