giovedì,Febbraio 29 2024

Aiello Calabro concluse con un gran numero di presenze le Giornate FAI d’Autunno

Il sindaco Lepore: «Abbiamo puntato molto su questa iniziativa, consapevoli che potesse dare slancio al tessuto socio-economico del territorio»

Aiello Calabro concluse con un gran numero di presenze le Giornate FAI d’Autunno

I visitatori giunti dall’intera Calabria hanno potuto conoscere e apprezzare le numerose e diverse ricchezze storiche che il borgo di Aiello Calabro vanta. Il tutto con la straordinaria voce narrante delle guide Gianfrancesco Solferino, Bruno Pino, Gisa Guidoccio che il sindaco Luca Lepore ringrazia per la disponibilita e la collaborazione accordata che ha contribuito alla buona riuscita delle due giornate.

Tantissimi gli accessi registrati all’apertura di Palazzo Cybo Malaspina dove Adalgisa Morcavallo ha fatto conoscere ai visitatori la storia dell’elegante e maestoso Palazzo e le principali connotazioni architettoniche dello stesso che hanno suscitato stupore, sorpresa e soddisfazione. Analoghi accessi si sono registrati presso l’apertura del laboratorio Aloisio dove il titolare ha mostrato ai visitatori il processo di lavorazione dei fichi prodotto tipico locale di Aiello.

«Dopo gli accessi presso le aperture – ha spiegato il primo cittadino – al via le passeggiate per il borgo storico sempre con la voce narrante delle straordinarie guide che hanno fatto conoscere bellezze e tesori importanti che rappresentano la nostra identità. Ne sono esempi la Chiesa di Santa Maria Maggiore, dove per l’occasione sono stati esposti nella Cappella del SS Sacramento oggetti sacri appartenenti alla confraternita un tempo esistente ad Aiello come i paramenti sacri, gli abiti dei parroci, l’ostensorio, calici oltre all’esposizione del Santo Patrono San Geniale Martire e della Madonna delle Grazie».

Tappa anche presso la casa comunale dove nella sala consiliare sono state esposte le opere dell’artista aiellese Raffaele Aloisio come gli Angeli Cerofili e il quadro di Santa Filomena oltre che al plastico raffigurante Aiello realizzato da Gaetano Coccimiglio e al quadro raffigurante il castello opera dell’artista aiellese Giulio di Malta.

«Due giornate che si sono svolte in termini di partecipazione oltre le aspettative – aggiunge Lepore – cosa che ci lascia soddisfatti perché tante persone hanno potuto conoscere il nostro borgo, verso il quale hanno espresso apprezzamento sia per quanto concerne il patrimonio storico, ma anche e soprattutto per l’accoglienza e la pulizia dei luoghi: cosa che non può che renderci orgogliosi».

«Come Amministrazione comunale – spiega ancora – abbiamo creduto nella valenza di questa importante iniziativa sin dall’inizio fortemente convinti che questa oltre a valorizzare e far conoscere le nostre peculiarità, obiettivo che stiamo perseguendo sin dall’insediamento in quanto vogliamo intraprendere attraverso le nostre ricchezze percorsi di crescita e sviluppo del Territorio, sia stata anche un’importante occasione per la piccola economia locale».

«Le giornate Fai fanno parte integrante del percorso di promozione e valutazione del territorio che ogni giorno con convinzione portiamo avanti. Grazie al Fai delegazione di Cosenza per aver scelto Aiello per le giornate Fai d’Autunno consentendo a tanti di conoscere una gemma preziosa e rara dalle straordinarie bellezze e ricchezze. Grazie alle attivita del territorio per aver garantito e offerto in questi due giorni servizi ai tantissimi visitatori. Grazie ai sindaci che mi hanno preceduto Franco Iacucci, Gaspare Perri per il lavoro portato avanti nell’ottica del progresso, sviluppo e crescita del territorio. E’ stato – ha concluso Lepore – un lavoro che unitamente alla mia amministrazione stiamo proseguendo fortemente convinti che Aiello ha tante potenzialità che vanno sempre più espresse al fine di farle divenire attrattive e capaci di raccogliere flussi turistici».

Articoli correlati