mercoledì,Luglio 17 2024

Cosenza, il Rendano si prepara per “Baroque Suite” in scena venerdì

Il progetto vede in scena 30 musicisti, il soprano Tonia Langella e un corpo di ballo di decine di elementi

Cosenza, il Rendano si prepara per “Baroque Suite” in scena venerdì

La nuova data del cartellone di Ramificazioni Festival 2023 segna un debutto importante, una prima
nazionale che è uno dei fiori all’occhiello della programmazione del festival: “Baroque Suite”,
spettacolo in scena venerdì 17 novembre nella cornice di uno dei più importanti teatri di tradizione
della Calabria, il Teatro Rendano di Cosenza
, e il giorno successivo, sabato 18 novembre, al
Teatro Politeama di Catanzaro.

“Baroque Suite” è una coproduzione di Ramificazioni Festival e Orchestra Sinfonica Brutia, un
atto unico per la danza contemporanea, le arti performative e la musica classica barocca, per la regia
di Filippo Stabile. La Compagnia Create Danza di Cosenza incontra la Compagnia Colonna di
Firenze e la Damnedancers di Roma per una nuova e inedita creazione ispirata al Barocco
Europeo, un connubio raffinato messo in risalto dalla musica dal vivo dell’Orchestra Sinfonica Brutia
di Cosenza diretta dal Maestro Patrizio Germone e con alcune incursioni di Musica Elettronica a
cura del Maestro Francesco Perri. Un progetto che vede in scena 30 musicisti, la Soprano Tonia
Langella e un corpo di ballo di 30 elementi, in cui passato, presente e futuro danzano riflettendosi
nei lampi luminosi e nelle forme fluide tra la danza contemporanea, le danze urbane le arti
performative aeree come la pole dance e il cerchio aereo.

L’aspetto fondamentale dello spettacolo è l’attenzione allo spettatore, al suo coinvolgimento
emotivo, la sua partecipazione attiva. L’opera, ha la funzione specifica di suscitare un sentimento,
di provocare una reazione, tutto concorre quindi alla presentazione, la luce, l’allestimento, l’effetto
sorpresa e a volte persino la dissolvenza.

Il termine barocco viene applicato all’arte del seicento già a partire dal XVIII secolo, assumendo un
significato dispregiativo indicando un’arte esagerata e bizzarra, anticlassica. Un significato che
soltanto in tempi moderni viene in parte superato, riconoscendo il virtuosismo della produzione
artistica barocca, la sua teatralità, il coinvolgimento attivo dello spettatore, la straordinaria ricchezza
di forme e colori
L’arte barocca aveva il compito di toccare direttamente l’animo e i sentimenti della gente e per far
questo era necessario che essa assumesse forme grandiose e monumentali. Proprio per questo
motivo il progetto “Baroque Suite” ha l’ambizione di mantenere tutta l’essenza storica del Barocco
immergendo il pubblico in uno spettacolo di suggestioni ed evocazioni in cui tutto diventa possibile,
una piéce della durata di 55 minuti, che si configura come una proposta teatrale innovativa con
caratteristiche coreografiche disruptive nel panorama teatrale, che vedrà danzatori e atleti di
aerial nella stessa cornice, in scena sulle musiche di Vivaldi, Albinoni, Bach, Handel, Purcell, Lully.

Articoli correlati