martedì,Marzo 5 2024

Cosenza, la scuola secondaria di via Milelli fa incetta di premi

Riconoscimenti ottenuti dagli alunni grazie a un cortometraggio contro la violenza di genere e alla miglior recensione di un romanzo

Cosenza, la scuola secondaria di via Milelli fa incetta di premi

Giornata ricca di premiazioni per il plesso di scuola secondaria di via Milelli dell’Istituto comprensivo Zumbini di Cosenza. In mattinata, infatti, i ragazzi e le ragazze della classe III^Q hanno ritirato il premio come miglior video  per il concorso organizzato dall’IIS Polo tecnologico-scientifico “Brutium” di Cosenza in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza di genere”. Il concorso, giunto alla sua V edizione, focalizza l’attenzione sulle storie di maltrattamenti e violenza, fisica e psicologica, sui minori anche sulla scorta delle diverse appartenenze culturali e religiose.

Proprio una storia di abuso è oggetto del cortometraggio dal titolo L’amore non intrappola, presentato dalla classe III Q, frutto di un progetto coordinato dalla professoressa di Lettere, Laura Giordano e che ha già ricevuto un altro premio nazionale lo scorso luglio al prestigioso concorso “Cinedu” di Salerno. La piccola protagonista tredicenne, Cecilia Battista, insieme con il suo coetaneo e compagno di classe, Francesco Sirianni, si sono visti confermare il successo per l’impegno profuso nella realizzazione di un cortometraggio delicato e difficile allo stesso tempo, scritto e girato insieme ai loro compagni di classe.

Nel pomeriggio, invece, l’allievo Cristian Abbruzzese, della classe 2R, presso il Centro Congressi La Nuvola di Roma, ha ritirato il premio per la migliore recensione scritta nell’ambito del “Concorso Bper banca” collegato alla premiazione finale del Premio Strega ragazze e ragazzi 2023, categoria 11+. Con lui, una delegazione di allievi che, già da due anni, vivono l’esperienza come giurati del Premio più prestigioso d’Italia, accompagnati dalle docenti Laura Giordano e Claudia Vaccaro.

I ragazzi, a partire dallo scorso mese di ottobre, hanno letto tutti i libri proposti dagli editori, scambiandosi opinioni e recensioni fino ad arrivare al voto per uno dei 3 libri finalisti in gara.

Un percorso che li ha visti protagonisti di una intensa esperienza di lettura, rendendoli lettori competenti e appassionati.  Oltre tremila i partecipanti all’evento finale di oggi, un’opportunità di crescita e scambio in un contesto di alto profilo per i nostri ragazzi/e calabresi che si sono distinti tra tanti.

Il caso ha voluto che la recensione vincente fosse dedicata proprio al romanzo che, nel corso della manifestazione, si è rivelato il libro vincitore del premio Strega ragazzi e ragazzi 11+, ovvero: L’imprevedibile viaggio di Coyote Sunrise di Dan Gemeinhart, una storia di solidarietà e di speranza che esalta il valore della famiglia, anche quella meno tradizionale, e l’importanza di fidarsi e aprirsi all’altro anche se diverso da sé.