sabato,Luglio 20 2024

Duplice omicidio Scorza-Hedhli, ultimi testi prima della sentenza

Nella seduta di oggi, l'imputato Francesco Adduci ha deciso di non sottoporsi ad esame. Ora toccherà alla difesa portare in aula il proprio consulente di parte

Duplice omicidio Scorza-Hedhli, ultimi testi prima della sentenza

L’imputato Francesco Adduci, presunto partecipe del duplice omicidio di Maurizio Scorza ed Elena “Hedlhi”, ha deciso di non sottoporsi ad esame davanti alla Corte d’Assise dei Cosenza. Quella di oggi è stata quindi un’udienza interlocutoria nel corso della quale le parti hanno acquisito i verbali di sommarie informazioni dell’uomo accusato dalla Dda di Catanzaro di aver attirato nella trappola mortale la vittima cassanese.

Leggi anche ⬇️

Nella prossima udienza sarà sentito il consulente della difesa citato dagli avvocati Giancarlo Greco e Cesare Badolato. La Corte tuttavia ha già fissato le date per le rispettive discussioni che si svolgeranno a distanza ravvicinata nel mese di aprile 2024, periodo nel quale sarà emessa verosimilmente la sentenza di primo grado della strage di Cassano Ionio, avvenuta il 4 aprile 2022. A distanza di due anni esatti dunque si capiranno le responsabilità penali o meno dell’agricoltore della Piana di Sibari.

Articoli correlati