venerdì,Febbraio 23 2024

I sindacati UIL FPL: «Ospedale di Cosenza, passi in avanti ma restano le criticità»

«Il reclutamento di nuovo personale sanitario è necessario per colmare un deficit che ineluttabilmente incide sui servizi erogati»

I sindacati UIL FPL: «Ospedale di Cosenza, passi in avanti ma restano le criticità»

«L’Azienda Ospedaliera di Cosenza, com’è noto, nel recente passato è stata spesso presente sui media in relazione a criticità di cui, in alcuni casi, ancora soffre. La UIL FPL – scrivono in una nota – da lungo tempo pone l’accento sulle diverse difficoltà in essere, cercando, insieme agli addetti ai lavori, le migliori soluzioni possibile. Da poco tempo abbiamo registrato la conferma del Commissario De Salazar alla guida dell’ospedale Hub cosentino con un primo segnale d’impegno rivolto alla definizione dell’atto aziendale il quale disciplina l’organizzazione, l’articolazione interna e il funzionamento dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza sempre più “contaminata” da direttori universitari frutto della graduale trasformazione in Azienda Ospedaliera Universitaria.

Tale connubio tra la pratica clinica e la ricerca scientifica ha già prodotto alcuni azioni concrete, come ad esempio, l’introduzione di apparecchiature ad alta tecnologia biomedicale fornita dall’UniCal che inevitabilmente avrà un impatto positivo sulle prestazioni specialistiche erogate. È sicuramente apprezzabile la strategia di miglioramento e programmazione delle attività ospedaliere avviate da questa direzione strategica, ma come rappresentanza sindacale chiediamo al Commissario De Salazar ancora maggiore impegno verso problematiche antiche ancora non del tutto risolte, quali: il reclutamento di nuovo personale sanitario in modo da colmare un deficit che ineluttabilmente incide sui servizi erogati, l’ulteriore rinnovo della tecnologia biomedicale in dotazione, l’incremento dei posti letto attivi e tuttora inferiori a quelli previsti ed autorizzati dal piano regionale. Come rappresentanza sindacale, esprimiamo la disponibilità al dialogo per ogni possibile azione di rilancio e di recupero di un ruolo preminente nel panorama sanitario regionale. La UIL FPL dell’azienda ospedaliera di Cosenza pur ravvisando quanto realizzato in così breve tempo e riconoscendo i segnali per un proficuo cambiamento, auspica un vero cambio di passo per un’importante realtà sanitaria come l’Ospedale di Cosenza e siamo convinti che solo attraverso la risoluzione delle suddette criticità si concretizzerà una forte ricaduta sulla capacità di erogare prestazioni sanitarie di alto livello per il nosocomio dell’Annunziata. Beninteso, nel rispetto dei ruoli, come organizzazione sindacale, pur disponibile al confronto costruttivo non verra meno al proprio ruolo di controllo». 

Articoli correlati