sabato,Aprile 13 2024

Sila, lotta alla processionaria. In corso operazioni di bonifica

Dopo la distruzione dei nidi si passerà all'installazione degli anelli e poi alla sistemazione delle trappole di feromoni

Sila, lotta alla processionaria. In corso operazioni di bonifica

È il momento giusto per spegnere i focolai di processionaria che da anni soffocano molti alberi della Sila. Sono in corso delle operazioni di “bonifica” che dovrebbero portare risultati a primavera, momento più temuto per chi si trova a passare per i luoghi infestati dal parassita.

Già ieri nella zona di San Giovanni in Fiore, è cominciata la rimozione meccanica dei nidi di processionaria. I rami degli alberi su cui i nidi erano adagiati sono stati dati, poi, alle fiamme come da prassi. Successivamente si procederà con la seconda fase: l’installazione dei cosiddetti “anelli-trappola” unica soluzione (insieme allo spargimento aereo di un antagonista) che arginare la diffusione capillare delle larve. La processionaria, come è noto, mette a rischio non solo la salute delle persone (specie quelle con problemi respiratori i allergici), ma anche quella degli animali, ecco perché si è proceduto dando priorità al centro abitato per poi spingersi nel circondario. Come ultimo step, verranno posizionate trappole con feromoni che faranno da attrattori per i maschi delle farfalle.