domenica,Maggio 19 2024

Occhiuto a Corigliano Rossano tocca i temi delle dimissioni da commissario e della fascia Ionica

Il Presidente della Giunta calabrese affronta le critiche e le sfide della Sanità, mentre rivendica gli investimenti destinati allo ionio

Occhiuto a Corigliano Rossano tocca i temi delle dimissioni da commissario e della fascia Ionica

Altra toccata e fuga a Corigliano Rossano del presidente della giunta regionale della Calabria Roberto Occhiuto tornato in terra jonica per un saluto a tutto il quartier generale del centrodestra pronto a dare battaglia per le amministrative di giugno. A margine dell’incontro, alla presenza del candidato a sindaco Pasqualina Staface, di assessori e consiglieri regionali, e di parlamentari, ha toccato i temi dei rapporti con il Governo nazionale relativamente alla minaccia di dimissioni da commissario straordinario. 

In merito alla situazione sanitaria, ha espresso la sua determinazione nel rappresentare gli interessi della Calabria, mantenendo un dialogo costruttivo con il governo. Ha sottolineato di essere criticato sia dall’opposizione per essere troppo vicino al governo, sia per entrare in conflitto con esso quando difende gli interessi della regione. Ha chiarito di non avere remore nel difendere i diritti della Calabria, anche se ciò comporta confrontarsi con i ministri del governo. Ha evidenziato la necessità di risorse per l’edilizia sanitaria, in particolare per l’ospedale della piana di Gioia Tauro e della Sibaritide.

Ha dichiarato di aver richiesto al governo di non togliere le risorse dell’articolo 20 destinate a progetti sanitari calabresi, specificando che al momento non chiede risorse aggiuntive, ma di non ridurre quelle già destinate. Ha espresso fiducia nell’avvio dei lavori per l’ospedale della sibaritide, auspicando che sia completato entro la fine del suo mandato legislativo. Il governatore poi sposta l’attenzione sugli interventi posti in essere dalla Regione Calabria  riguardo agli impegni assunti sulla rigenerazione della fascia Ionica.

«In passato, sono stati compiuti sforzi insufficienti, ma questo governo regionale ha dimostrato un impegno senza precedenti. In soli due anni, sono stati stanziati tre miliardi e mezzo per la strada statale Ionica, un risultato senza precedenti se confrontato con i vent’anni precedenti, durante i quali l’unico finanziamento significativo era quello del terzo Macrolotto.

Inoltre, il governo regionale ha promosso l’elettrificazione della tratta ferrata, prevedendo il completamento entro la fine dell’anno successivo. Ha sbloccato l’ospedale della Sibaritide, un progetto rimasto fermo dal 2007, rendendo possibile la sua realizzazione con gli standard del 2024 e le necessarie varianti progettuali. Tuttavia, nonostante questi successi, l’amministrazione non è soddisfatta, poiché ritiene che la Calabria meriti ancora più impegno e soluzioni concrete per risolvere i numerosi problemi che affliggono la regione, soprattutto nella zona ionica».

Articoli correlati