lunedì,Aprile 15 2024

Candidature per le elezioni Europee 2024, in lizza anche De Francesco e Loizzo

Tridico è la certezza per il M5S. Per Forza Italia la discesa in campo di Gallo dipende da Tajani

Candidature per le elezioni Europee 2024, in lizza anche De Francesco e Loizzo

Archiviata la pausa di Pasqua adesso si fa sul serio in vista del voto dell’8 e 9 giugno per le Europee. Tutti i partiti sono alle prese con la griglia dei possibili candidati per il seggio a Bruxelles, sia pure con situazioni di partenza molto diverse.

M5S e non solo

Chi sembra essere in affanno è il M5s. Il dossier dei candidati di “richiamo” da presentare come capolista è saldamente nelle mani di Giuseppe Conte che per ora ha piazzato l’ex presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, come capolista nella circoscrizione Sud e Giuseppe Antoci, ex presidente del Parco dei Nebrodi e simbolo antimafia, nella circoscrizione Isole. Per il resto è buio pesto vista la difficoltà di trovare candidati disposti a spendersi in una competizione elettorale così difficile.

In Fratelli in molti sono in attesa della decisione di Giorgia Meloni che può cambiare gli equilibri delle candidature. Ad esempio il consigliere regionale, Luciana De Francesco, non ha ancora sciolto le sue riserve sulla candidatura e tutto è legato proprio alla scelta della Meloni. Certa invece la candidatura dell’europarlamentare uscente Denis Nesci.

L’altro fronte del centrodestra

Il fronte caldo del centrodestra però è quello della Lega che tutti i sondaggi danno in calo con addirittura il rischio di un sorpasso da parte di Forza Italia. Il molisano Aldo Patriciello è il pezzo da novanta che correrà come capolista nella circoscrizione Sud. Insieme a lui correranno però anche altri due cosentini. Innanzitutto la deputata Simona Loizzo, uno dei volti più spendibili del Carroccio in Calabria, che si candiderà più per spirito di servizio verso il partito che per essere eletta.

La situazione più complessa resta in Forza Italia. Qui tutto è fermo in attesa delle decisioni di Tajani. La sua candidatura potrebbe riaprire i giochi in favore ad esempio di Gianluca Gallo perché indebolirebbe Fulvio Martusciello che dovrà lasciare un po’ di voti al leader del suo partito e favorirebbe la corsa di Gallo che di suo ha un bel po’ di consensi. In abbinata con lui c’è sempre una fra Rosaria Succurro e Giusy Princi. Difficile che si candidino entrambe.

Articoli correlati