lunedì,Giugno 24 2024

Canotto, ora o mai più. Ancora Palermo per lasciare un segno a Cosenza

Vista l'assenza per squalifica di Marras, nel Cosenza di sabato contro il Palermo, potrebbe avere una nuova chance Gigi Canotto.

Canotto, ora o mai più. Ancora Palermo per lasciare un segno a Cosenza

Da Palermo a Palermo. Lo splendido gol vittoria segnato ai rosanero lo scorso 22 settembre, poteva sembrare per Canotto e per il Cosenza l’inizio di una bella storia. Ma sette mesi dopo, quando i rossoblù si apprestato ad affrontare di nuovo la squadra siciliana, niente è andato come ci si augurava per l’esterno di Rossano.

Premesse diverse

Le premesse per Canotto sembravano poter essere diverse. Nella passata stagione il classe 1994 è stato senza dubbio uno dei calciatori migliori dell’intero campionato di Serie B con la maglia della Reggina. In estate sembrava addirittura potersi giocare una chance in A con il Frosinone, tant’è che alla 1^ giornata, il 19 agosto, Di Francesco mette dentro l’ultimo quarto d’ora contro il Napoli. Poi a fine mercato la chance di Cosenza, presa al volo per poter essere di nuovo protagonista.

Annata storta

Un inizio difficile, in salita per qualche ritardo di condizione e, dopo il gol di Palermo, solo altre due titolarità fino a dicembre, oltre a diversi spezzoni. Gare nelle quali Canotto non ha convinto fino in fondo. Poi contro la Ternana il 2 dicembre, un’ottima mezz’ora nella quale l’esterno mostra tutto il suo repertorio. Ma la sfortuna è dietro l’angolo ed al 36′ uno stiramento lo costringe al cambio. Canotto salta 9 partite e torna titolare contro il Lecco. Gioca dal 1′, male, anche contro la Sampdoria e da allora solo spezzoni nei quali non riesce mai ad incidere. Anche se contro Parma e Ternana ha due guizzi sui quali Tutino e Crespi mancano il gol. Sabato ci sarà di nuovo il Palermo. Quel 22 settembre ad oggi sembra lontanissimo. Ma la squalifica di Marras potrebbe regalargli una nuova chance. Forse l’ultima, visto che è in prestito ed a fine anno tornerà a Frosinone, per lasciare un segno in questa sua annata cosentina.