lunedì,Giugno 24 2024

Cosenza, Tutino contro il suo recente passato: col Palermo amore mai nato

Gennaro Tutino ha giocato nella passata stagione con la maglia del Palermo ma con i rosanero non è mai scattata la giusta scintilla.

Cosenza, Tutino contro il suo recente passato: col Palermo amore mai nato

Un matrimonio che si sperava potesse essere lungo e prospero che invece è naufragato dopo pochi mesi. Un amore mai sbocciato quello tra il Palermo e Gennaro Tutino che sabato pomeriggio si ritroveranno di nuovo contro dopo l’antipasto dell’andata.

Amore mai sbocciato

L’arrivo di Tutino Palermo si concretizza il 18 gennaio del 2022 e si conclude il 19 maggio, dopo il 2-2 con il Brescia, ultima giornata del campionato di Serie B, che costa i play-off ai rosanero. L’attaccante napoletano arriva in Sicilia in prestito dal Parma, dove, anche lì, il feeling con Pecchia non è mai scattato. Un prestito con diritto di riscatto che diventa obbligo in caso di Serie A. Non aver centrato nemmeno gli spareggi per accedere in massima serie è stata una vera e propria delusione. Tutino in 18 presenze con il Palermo, mette a referto solo 3 gol. L’inizio, soprattutto, è da dimenticare. Il classe 1996 rimane 9 gare a secco. Match nei quali oltre a non trovare la porta avversaria, sbaglia anche un calcio di rigore contro la Reggina. I tifosi, che si aspettavano molto di più, iniziano a mugugnare. Ed a Tutino non bastano 3 reti segnate nelle successive 9 gare per recuperare il rapporto.

Di nuovo re a Cosenza

Tutto il contrario di quello che Tutino sta facendo quest’anno a Cosenza. Dopo l’ottima partenza ed un po’ di appannamento nei mesi autunnali, da dicembre in poi l’attaccante napoletano si è preso la squadra sulle spalle e l’ha trascinata a furia di gol. Finora 13 quelli realizzati. Stesso numero raggiunto nell’annata con la maglia della Salernitana, 2020/2021, ma con ben 6 partite a disposizione per migliorarsi. L’ultimo poi è stato un vero e proprio gioiello. La sforbiciata con la quale ha segnato al “Garilli” contro la Feralpisalò si incastona senza dubbio tra le sue reti più belle in carriera: 50 quelle messe a segno con la Lega B. La voglia di fare gol anche alla sua ex squadra sabato, soprattutto per fare un passo importantissimo per la salvezza del Cosenza, è sicuramente tanta per Tutino. Senza dimenticare che tra qualche mese si discuterà anche del suo futuro con il Parma. Una permanenza in Serie B del Cosenza, è il primo passo per poter iniziare a pensare ad un lungo futuro insieme.