venerdì,Giugno 14 2024

Strage a Palermo, morti cinque operai a causa di esalazioni di gas tossici

Le vittime stavano eseguendo dei lavori di manutenzione nel sistema fognario a Casteldaccia, nel Palermitano

Strage a Palermo, morti cinque operai a causa di esalazioni di gas tossici

Cinque operai sono morti oggi, 6 maggio, mentre stavano eseguendo dei lavori di manutenzione nel sistema fognario a Casteldaccia, nel Palermitano. Un sesto è stato soccorso dai vigili del fuoco, intubato e trasportato d’urgenza al Policlinico. Le vittime sono state trovate senza maschere.

A provocare la morte dei cinque operai della ditta Quadrifoglio di Partinico, sarebbero state le esalazioni di gas tossici nella vasca con acque reflue in cui sono scesi per conto dell’Azienda municipale acquedotti (Amap) di Palermo per dei lavori di manutenzione davanti alla casa vinicola Corvo di Salaparuta, estranea a quanto accaduto. Un sesto operaio, di cui non si conoscono le generalità, è stato intubato ma è in gravissime condizioni al Policlinico di Palermo.

Un altro operaio, accusati i primi malori, è riuscito a uscire e a dare l’allarme mentre i suoi colleghi avrebbero perso i sensi. Sul posto i vigili del fuoco e le ambulanze del 118.

Articoli correlati