sabato,Maggio 25 2024

Sanità, Mario Occhiuto: «Investire sullo sport vuol dire investire sulla salute»

L'ex sindaco di Cosenza nel suo intervento sottolinea come da primo cittadino abbia invogliato a praticare attività con la costruzione del parco del benessere

Sanità, Mario Occhiuto: «Investire sullo sport vuol dire investire sulla salute»

“Promuovere stili di vita sani e sensibilizzare la popolazione alla prevenzione del diabete e dell’obesità nelle città è un dovere morale che le istituzioni hanno per garantire la tutela della salute dei cittadini. Ed è anche l’obiettivo del protocollo d’intesa che è stato rinnovato da Sport e Salute, insieme alle società scientifiche della diabetologia italiane AMD e SID riunite sotto la sigla FeSDI-Alleanza per il diabete, e i rappresentanti del mondo politico degli Intergruppi Parlamentari ‘Obesità, diabete e malattie croniche non trasmissibili’ e ‘Qualità di vita nelle città’. Per investire sulla salute è prioritario mettere lo sport al centro dei contesti urbani, soprattutto nelle aree più svantaggiate del nostro Paese, promuovendo il modello della ‘Healthy City’, in cui i fattori ambientali, sociali, economici e culturali concorrono al raggiungimento dell’obiettivo”.

Così il senatore di Forza Italia Mario Occhiuto, presidente Intergruppo Parlamentare Qualità di Vita nelle Città e segretario della Commissione Cultura e patrimonio culturale, istruzione pubblica del Senato. “Anche i sindaci possono fare molto. Durante il mio mandato da primo cittadino a Cosenza – prosegue -, pensai e realizzai un parco lineare verde che potesse stimolare i cittadini a praticare attività fisica e sport all’aperto, contribuendo in questo modo a prevenire gravi malattie croniche. Al Sud e in Calabria si registra un alto livello di obesità, purtroppo anche infantile. Una circostanza che rende ancora più urgente portare avanti politiche come queste con determinazione. L’importanza del protocollo con cui ci siamo impegnati a lavorare va in questa direzione e sicuramente contribuirà a migliorare la salute dei cittadini”, conclude.

Articoli correlati