sabato,Maggio 25 2024

Morano Calabro, il sindaco Nicolò De Bartolo entra in Azione

Il segretario regionale Francesco De Nisi: «Campagna di adesione che sta coinvolgendo l'intero territorio calabrese»

Morano Calabro, il sindaco Nicolò De Bartolo entra in Azione

Prosegue la campagna di adesione su tutto il territorio calabrese che va avanti in un crescendo di entusiasmo e convergenze su quella che è la visione di crescita e sviluppo promossa dal Partito per il Paese ed i suoi territori. È quanto fanno sapere il Segretario Regionale di Azione Calabria, Francesco De Nisi, e il Segretario Provinciale del partito, Giovanni Le Fosse. Questo evento – spiega il Segretario De Nisi – segna un momento significativo nella campagna di adesione che sta coinvolgendo l’intero territorio calabrese, dimostrando un crescente entusiasmo e una condivisione di visioni per la crescita e lo sviluppo che il Partito intende promuovere a livello nazionale e locale.

L’ingresso del sindaco De Bartolo rafforza la presenza di Azione in una regione chiave e sottolinea l’impegno del Partito verso le comunità locali, ascoltando e rispondendo alle loro esigenze specifiche. Azione Calabria – aggiunge Giovanni Le Fosse – si impegna a lavorare con dedizione per tracciare e raggiungere obiettivi ambiziosi che possano contribuire al benessere e al progresso della nostra regione, con particolare riferimento alla Provincia di Cosenza dove il nostro partito può già vantare tra le sue fila un cospicuo numero di amministratori locali.

Con l’adesione di figure di spicco come il Niccolò De Bartolo, il Partito si avvicina sempre più alla realizzazione di una visione condivisa che mira a valorizzare la partecipazione dal basso. Nicolò De Bartolo, sindaco di Morano Calabro a fine mandato, ha un’esperienza professionale che include diversi ruoli di consulenza e direzione. Prima di diventare primo cittadino della sua comunità, ha lavorato nel settore tributario, commerciale e finanziario, ricoprendo il ruolo di revisore dei conti per diverse società. Inoltre, ha collaborato con la Regione Calabria e l’Azienda Sanitaria Provinciale. Il suo primo mandato da sindaco è del 2006, a soli 33 anni, poi viene riconfermato ininterrottamente alla guida della cittadina del Pollino nel 2014 fino all’ormai imminente scadenza del mandato elettorale di maggio 2024.