sabato,Luglio 20 2024

Sport acquatici, il lago Pantano di Mormanno rinasce con il Dragon Boat

Saranno più di duecento gli atleti provenienti da tutta Italia che parteciperanno all'evento

Sport acquatici, il lago Pantano di Mormanno rinasce con il Dragon Boat

Il Lago Pantano di Mormanno si prepara ad accogliere un fine settimana all’insegna dello sport e del divertimento con il ritorno degli sport acquatici. L’evento clou sarà la competizione nazionale di Dragon Boat, una disciplina emergente della Federazione Italiana presieduta da Antonio De Lucia. La manifestazione, programmata per l’1 e il 2 giugno, vedrà la partecipazione di oltre duecento atleti provenienti da tutta Italia, trasformando il suggestivo scenario del Pollino in un punto di riferimento per gli amanti di questa affascinante disciplina.

Un successo annunciato e una promessa mantenuta

L’evento di quest’anno rappresenta il compimento di una promessa fatta lo scorso anno: tornare a celebrare le fasi nazionali di gara proprio nel cuore del Pollino, a Mormanno. Questa scelta conferma l’importanza del Lago Pantano, un invaso di proprietà di Enel Green Power, come cornice ideale per le competizioni sportive legate all’acqua. Il sindaco Paolo Pappaterra ha sottolineato con orgoglio il successo dell’edizione precedente, dichiarando: «Dopo il successo dello scorso anno torniamo a celebrare un grande evento sportivo in sinergia con la Federazione Italiana Dragon Boat. Mormanno ha vinto la sfida dell’accoglienza per eventi di questa caratura e stiamo sperimentando che il lago artificiale è la cornice perfetta per le gare sportive legate all’acqua».

Un Impulso al Turismo Esperienziale

Questo grande evento sportivo rappresenta un’opportunità unica per rilanciare il turismo esperienziale a Mormanno. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Pappaterra, sta investendo risorse significative per trasformare il borgo in una destinazione accogliente per tutte le gare che riguardano l’acqua. L’obiettivo è attrarre non solo gli atleti durante le competizioni, ma anche durante le fasi di preparazione, creando così un indotto economico sostenibile e promuovendo il territorio a 360 gradi. «Puntiamo alla riqualificazione dell’area, alla valorizzazione del nostro borgo e confermiamo il trend che con lo sport e gli eventi legati ad esso riusciamo a fare economia, sviluppo sostenibile, promuovendoci come destinazione sportiva per i turisti interessati a questo tipo di esperienze», ha aggiunto Pappaterra.

Emozioni Sportive e Umane

Il presidente della Federazione Italiana Dragon Boat, Antonio De Lucia, ha espresso grande entusiasmo per il ritorno a Mormanno: «Ci prepariamo con grande gioia a tornare in Calabria e sul Pollino a Mormanno per vivere la fase nazionale della nostra disciplina. Un gradito ritorno in un contesto naturale straordinariamente affascinante che ci regalerà emozioni sportive ed umane». Le sue parole riflettono il sentimento condiviso da atleti e organizzatori, pronti a vivere un’esperienza indimenticabile in uno dei luoghi più suggestivi d’Italia.

Articoli correlati