giovedì,Luglio 18 2024

Di Marzio: «Cosenza, difetto comunicazione su Tutino. Riscattato senza condividere programmi»

Il conduttore Sky: ««Anche a Viali, in mattinata quando è stato risolto il contratto, era stata detta un'altra cosa»

Di Marzio: «Cosenza, difetto comunicazione su Tutino. Riscattato senza condividere programmi»

Il noto condutture televisivo di Sky Gianluca Di Marzio oggi pomeriggio, durante una diretta su Twitch, ha parlato di Gennaro Tutino e del riscatto effettuato dal presidente Eugenio Guarascio. Lo ha fatto rispondendo ad Alfredo De Vuono, una delle figure apicali del portale più popolare che ci sia: Fantacalcio.it (qui l’intervista, al minuto 1:13:00). Contestualmente, come riportato in un altro articolo, anche l’agente del ragazzo, Mario Giuffredi, ha fatto il punto su quanto avvenuto ieri. Chiudendo in maniera netta alla permanenza al Marulla.

Leggi anche ⬇️

«Tutino è un figlio di Cosenza, ma credo che ci sia stato un difetto di comunicazione ieri – ha detto il popolare conduttore della principale pay-tv italiana -. Il presidente ha annunciato il riscatto senza aver minimamente condiviso o concordato con lui o con l’entourage quello che può essere un programma futuro per il Cosenza. Nel senso: “ti teniamo perché vogliamo fare una squadra di Serie A”, oppure “noi ti teniamo perché vogliamo allestire una squadra di prospettiva”».

Di Marzio poi aggiunge: «Allo stesso Viali, in mattinata quando è stato risolto il contratto, è stato detto che il Cosenza non avrebbe esercitato il riscatto di Tutino. Quindi è stata una mossa fatta dal presidente per ricreare l’entusiasmo che nell’ultima parte di stagione al Marulla è stato straordinario. Tutino rimarrà? Non lo so perché aveva diverse richieste importanti anche all’estero. Ora bisogna capire come si potrà condividere un percorso insieme e se ci sono i margini per farlo. Oppure se il Cosenza dovrà trattare con le squadre che presenteranno delle offerte superiori a 2,5 milioni. Se no che operazione sarebbe per il Cosenza?».

Articoli correlati