lunedì,Luglio 22 2024

Supermaggioranza per Stasi, a Corigliano Rossano è già totoassessori

Il sindaco riconfermato potrebbe contare su 17 consiglieri a scapito di Forza Italia, per il ruolo di vice in pole position c'è una donna

Supermaggioranza per Stasi, a Corigliano Rossano è già totoassessori

Potrebbe essere una super maggioranza da 17 a 8 quella che supporterà Flavio Stasi nei prossimi cinque anni. Il sindaco di Corigliano Rossano, forte dell’abbondante 60% ottenuto dalle liste della sua coalizione – come ormai accennato una settimana fa – potrebbe ottenere un seggio in più. Quindi 16 consiglieri più il sindaco da una parte, 7 più Pasqualina Straface dall’altra.
È questa l’ipotesi più probabile di composizione del consiglio comunale che starebbe emergendo dalle verifiche della commissione elettorale, che concluderà il lavoro nella giornata di domani. Sempre nelle prossime ore saranno ufficializzati i voti di preferenza ottenuti dai consiglieri comunali che andranno a costituire l’assise civica. Se sarà 17-8 o 16-9, insomma, lo si saprà a strettissimo giro.

Confermata la prima tesi, però, a guadagnare quello scranno nella sala consiliare di piazza Santi Anargiri dovrebbe essere la lista “Uniti per Flavio Stasi sindaco” che così passerebbe da tre a quattro consiglieri comunali eletti, a discapito di Forza Italia che da due rappresentanti calerebbe a uno. In un caso o nell’altro saranno implacabili gli algoritmi del metodo D’Hondt che esprimerà un civico consesso comunque giovanissimo.
Quel che appare certo, invece, è il weekend di festa in fase di definizione da parte della coalizione Stasi. Venerdì prossimo – a conclusione del lavoro compiuto dalla commissione elettorale – pare sia prevista la cerimonia di proclamazione del sindaco in Municipio. Dovrebbero seguire tre momenti di festa: i comizi di ringraziamento nel centro storico di Corigliano – lo stesso venerdì 21 giugno, alle 19,30 – il giorno seguente alla stessa ora nel centro storico di Rossano per poi concludere al Palmeto, a Schiavonea, domenica 23 giugno alle 21.

Il toto assessori

A proposito di ipotesi di composizione del consiglio comunale, è probabile che Flavio Stasi attenda l’ufficialità prima di dedicarsi ai ragionamenti sulla formazione della giunta che lo affiancherà (con un massimo di otto assessori).  Le postazioni di governo cittadino potrebbero – il condizionale è più che mai d’obbligo – emergere dal dato elettorale, anche se non sarebbero da escludere alcune riconferme. Come quella di Tatiana Novello, ad esempio, titolare di deleghe quali Uso e assetto del territorio e rigenerazione urbana, che ha ottenuto grandi risultati coi progetti PinQua, attualmente in fase di realizzazione e ancora da monitorare. Ad essere riconfermato potrebbe essere anche Mauro Mitidieri, assessore agli Affari generali, personale, efficientamento e gestione della macchina comunale, in una fase delicata come quella post-fusione.

Non è da escludere che anche il vicesindaco potrebbe essere premiato.  Maria Salimbeni incarna tutti i requisiti adatti: coriglianese – per non fare torto a nessuno con un sindaco rossanese – esperta, equilibrata, efficace.
Tra i rumors, si mormora anche che Tonino Uva, gratificato dalle urne, possa ambire ad un ruolo in esecutivo. Dipendente comunale da poco in quiescenza, per decenni è stato il deus ex machina del settore Patrimonio. Uno, insomma, che ha sempre avuto tutte – ma proprio tutte, in una città con cinquanta contrade – le chiavi del Municipio in tasca.

Azzardare altre ipotesi, come nelle migliori fasi del calciomercato estivo, equivarrebbe a fare nomi in assoluta fantasia. Certo, un capitolo a parte lo meriterebbe lo scranno più alto nel civico consesso, ovvero quello occupato dalla presidenza del consiglio comunale, la seconda carica istituzionale di una città dopo il sindaco. Gli indizi condurrebbero tutti verso un’altra riconferma: Marinella Grillo la quale, peraltro, non solo ha ricevuto grandissimi consensi dalle urne ma è anche alla sua terza consiliatura. Ed in un consiglio comunale molto giovane come età media, l’esperienza potrebbe avere il suo peso.

Articoli correlati