lunedì,Luglio 22 2024

Montalto Uffugo si prepara al nuovo sindaco. Alle 15 lo spoglio – LIVE

Urne aperte fino alle 15 quando inizierà lo spoglio. Il ballottaggio è tra Faragalli e D'Acri, entrambi hanno votato già ieri

Montalto Uffugo si prepara al nuovo sindaco. Alle 15 lo spoglio – LIVE

I giochi sono quasi fatti. Tra poche ore Montalto Uffugo saprà chi tra Biagio Faragalli e Mauro D’Acri si aggiudicherà la poltrona da primo cittadino. Nel tardo pomeriggio si saprà a chi toccherà accomodarsi sulla poltrona occupata negli ultimi 10 anni da Pietro Caracciolo. L’affluenza alle 23 di ieri sera, quando si sono chiuse le urne per riaprire stamattina alle 7, è stata del 39,83%. Hanno votato 8188 aventi diritto a fronte dei 20559 complessivi.

Il ballottaggio di Montalto Uffugo tra Faragalli e D’Acri

Il primo turno si è concluso con Biagio Faragalli al 49,06%. Per tutta la giornata dello sfoglio, iniziata nei seggi del Centro Storico dove aveva molti sostenitori, ha cullato il sogno di farcela direttamente, salvo poi arrendersi alla sentenza delle urne intorno alle 21. Conti alla mano, ha sfiorato l’affermazione diretta per un centinaio di voti.  Mauro D’Acri, secondo molti il favorito della vigilia, si è attestato al 42,53% grazie alla roccaforte della frazione Taverna. Terzo Emilio Viafora con un sorprendente 8,51%, che però non gli farà scattare alcun posto nel pubblico consesso.

Pertanto Montalto Uffugo deciderà il proprio sindaco tramite il ballottaggio e Faragalli e D’Acri sono pronti a darsi battaglia fino all’ultimo voto nelle 20 sezioni. I due, come noto, si sono sfidati nel faccia a faccia organizzato dal nostro network nella redazione di Cosenza Channel mercoledì scorso. Un confronto seguitissimo che ha catalizzato l’attenzione degli elettori e animato il dibattito politico in città. Domani alle 15 sarà detta l’ultima parola.

Si chiude l’era Caracciolo e si sceglie il nuovo sindaco

Come detto, chi si accomoderà sulla poltrona più ambita del Municipio di Montalto Uffugo, succederà a Pietro Caracciolo che ha completato due legislature. Sarà un consiglio comunale diverso rispetto a quello che ha animato il dibattito politico negli ultimi dieci anni. Abbiamo già pubblicato la composizione della futura assise, ma evidenziando che poi potrebbe cambiare in base all’ingresso in giunta di alcuni degli eletti. 

Le prime voci, da una parte e dall’altra, già si stanno rincorrendo, ma tutto sarà più chiaro nei prossimi giorni. Mauro D’Acri, nel giorno conclusivo della sua campagna elettorale, ad esempio, ha annunciato che, nel caso di elezione, avrebbe già composto parzialmente la sua squadra di governo. Idalia De Bartolo avrebbe la delega ai Servizi sociali, Rita Russo alla Cultura, Pina Sturino alla Pubblica istruzione, Cristian Prete all’Urbanistica e Rocco Raimondo ai Lavori pubblici.

Articoli correlati