Tutte 728×90
Tutte 728×90

Lega Pro: ecco il regolamento sui ripescaggi

Lega Pro: ecco il regolamento sui ripescaggi

Dai criteri di esclusione ai tre per stilare le graduatorie di merito e la formula per il calcolo finale. Tutte quello che c’è da sapere sui ripescaggi aspettando la stagione 2009/2010.

foto_pallone

Mancano 2 mesi e 10 giorni per l’inizio della nuova stagione agonistica

Apriamo con un dato. Chi volesse partecipare alle graduatorie di ripescaggio dovrà garantire una cifra pari a 1.200.000 euro in Prima Divisione e 600.000 euro per la Seconda Divisione. “Spiccioli” indispensabili per cercare di ritrovare una categoria sfuggita di mano solo qualche settimana fa. Le procedure per l’iscrizione ai prossimi campionati di Lega Pro saranno avviate nelle prossime settimane. Dovranno essere 36 le squadre in Prima Divisione e 54 in Seconda Divisione. Qualora alcuni club, e ce ne sono diversi, non dovessero iscriversi il Consiglio Federale procederà ai ripescaggi seguendo un iter che di seguito riportiamo (criteri di esclusione, i tre criteri per stilare le graduatorie di merito e la formula per il calcolo finale) e che fa riferimento al comunicato di Lega.
CRITERI DI ESCLUSIONE. Non potranno essere ripescate, e saranno valutate solo ai fini della redazione della classifica finale, le società: che non sono state ammesse ai Campionati 2009-2010; che sono state ripescate una sola volta nelle ultime cinque stagioni sportive in qualsiasi Campionato (ove lo stesso comporti la partecipazione al Campionato della medesima categoria in cui sono state ripescate nelle ultime cinque stagioni); che hanno usufruito di due ripescaggi nelle ultime cinque stagioni sportive; che hanno subito sanzione per illecito sportivo scontate nelle stagioni 2007/2008 e 2008/2009; che hanno subito sanzione per illecito sportivo da scontarsi nella stagione 2009/2010; a cui è stato attribuito nelle stagioni 2006/2007, 2007/2008, 2008/2009 il titolo sportivo ai sensi dell’art. 52, comma 3, delle NOIF; a cui è stata attribuito il titolo sportivo nella stagione 2006/2007, 2007/2008, 2008/2009 ai sensi dell’art. 52, commi 6 e 7, delle NOIF; a cui venisse attribuito il titolo sportivo nella stagione 2009/2010 in virtù della medesima disposizione. Criteri
CRITERI PER STILARE LA GRADUATORIA. I criteri secondo cui la Lega Pro stilerà la graduatoria delle aventi diritto sono tre: 1) Classifica finale (impatto in termini di punteggio pari al 50%): società perdente le semifinali play-out del Campionato di Prima Divisione (2008-2009), che ha conseguito il miglior punteggio in classifica, tra i due gironi, al termine della stagione regolare 54 punti; società perdente le semifinali play-out del Campionato di Prima Divisione (2008-2009), con il secondo miglior punteggio in classifica, tra i due gironi, al termine della stagione regolare 53 punti; società perdente le semifinali play-out del Campionato di Prima Divisione (2008-2009), con il terzo miglior punteggio in classifica, tra i due gironi, al termine della stagione regolare 52 punti; società perdente le semifinali play-out nel Campionato di Prima Divisione (2008-2009), che ha conseguito il minor punteggio in classifica, tra i due gironi, al termine della stagione regolare 51 punti. 2) Tradizione sportiva della città (impatto in termini di punteggio pari al 25%). Non verranno computate le stagioni sportive del 1943/1944, 1944/1945 e 1945/1946. La tradizione sportiva della città verrà valutata con l’attribuzione dei seguenti punti:10 punti per la partecipazione ad ogni Campionato di serie A dalla stagione sportiva 1929/30 alla stagione sportiva 2008-2009; 7 punti per la partecipazione ad ogni Campionato di serie B dalla stagione sportiva 1929/30 alla stagione sportiva 2008-2009; 4 punti per la partecipazione ad ogni Campionato di Serie C dalla stagione sportiva 1935/36 alla stagione sportiva 1977/78; 4 punti per la partecipazione ad ogni Campionato di I Divisione, già Serie C1 dalla stagione sportiva 1978/79 alla stagione sportiva 2008/2009; 2 punti per la partecipazione ad ogni Campionato di Seconda Divisione, già Serie C2 dalla stagione sportiva 1978/79 alla stagione sportiva 2008/2009; 4 punti per ogni Scudetto vinto e riconosciuto dalla F.I.G.C. dal 1898; 2 punti per ogni Coppa Italia vinta; 1 punto per ogni Supercoppa di LNP vinta; 5 punti per ogni Champions/Coppa Campioni vinta; 3 punti per ogni Coppa delle Coppe vinta; 2 punti per ogni Coppa delle Fiere o UEFA vinta. 3) Numero medio degli spettatori allo stadio dalla stagione 2003/2004 alla stagione 2007-2008 (impatto in termini di punteggio pari al 25%). Il numero medio degli spettatori allo stadio, va riferito alle gare interne della stagione regolare disputate dalla stagione sportiva 2003/2004 alla stagione sportiva 2007-2008 ed è ottenuto dividendo il totale degli spettatori (paganti e abbonati) risultante dai dati forniti dalla SIAE per il numero totale di incontri della stagione regolare disputati dalla società nel periodo suddetto. Si terrà conto del quoziente ottenuto con arrotondamento aritmetico alla prima cifra decimale. Si andrà da un minimo di 1 punto per la squadra con l’affluenza più bassa, sino ad un massimo di 4 per quella che conta una maggiore presenza di tifosi.
FORMULA DI CALCOLO. La classifica finale si otterrà secondo la formula: Punteggio punto A x 0,5 + punteggio B x 0,25 + punteggio C x 0,25. (co.ch.)

Related posts