Tutte 728×90
Tutte 728×90

E se alla fine la salvezza del Cosenza arrivasse dall’America?

E’ una pista che la società rossoblù sta battendo e che non esclude affatto. Intanto dalla Regione non arrivano segnali incoraggianti e la Provincia nicchia.

04_-_il_barletta_si_rende_pericolosoIl sogno americano a qualcuno verrebbe da dire. Sì, potrebbe essere proprio così perché il raggio d’azione della società rossoblù non si ferma all’hinterland della provincia di Cosenza, ma sta abbracciando anche i territori al di là dell’Oceano Atlantico. Preso atto, infatti, che dalla Regione con ogni probabilità non arriveranno sussidi  e che dalla Provincia si sta nicchiando troppo nei confronti del maggiore sodalizio sportivo della città, i dirigenti si stanno dando ancora più da fare. Nel progetto esposto da Funari non erano previste le voci provenienti dagli Enti pubblici, ma in fondo ci speravano un po’ tutti quanti. Fatto sta che ieri pomeriggio si sono presi dei contatti con delle associazioni e delle comunità calabresi in nord-america (Canada e Stati Uniti) alle quali sono stati inviati dei modellini per l’acquisizione delle quote. Il tentativo non è detto che vada a buon fine, ma se qualche compaesano dovesse rispondere al richiamo della Sila, farebbe un grande gesto nei confronti del Cosenza 1914. Intanto ieri si è registrata la visita di Ciccio Marino a Gigi De Rosa. I due sono stati compagni di squadra per tanti anni condividendo mille battaglie. L’osservatore della Juventus ha fatto i migliori auguri all’allenatore dei Lupi auspicando un risultato positivo nel difficile match di Benevento.  (co. ch.) 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it