Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sono l’ex Fernandez e il terzino Poscoliero i primi nomi per il Cosenza

Sono l’ex Fernandez e il terzino Poscoliero i primi nomi per il Cosenza

Il difensore centrale ha militato nel Siracusa in C1, mentre col terzino ci sono contatti già dalla finale di Arezzo contro il Sandonà. Per la serie D i rinforzi non sarebbero molti.

grinta_fernandez

La grinta dei Mariano Fernandez con la maglia dei Lupi sulle spalle (foto rosito)

Sono Mariano Fernandez (34) e di Jacob Robert Poscoliero (20) i primi nomi di mercato con il quale l’area tecnica sta allacciando dei rapporti. Fiore e Leonetti hanno scelto di non compiere voli pindarici e lavorare per la Serie D, dove peraltro l’organico necessiterebbe di pochi accorgimenti. Sono consapevoli, però, che da un momento all’altro potrebbe arrivare la Lega Pro. L’argentino è già transitato in riva al Crati nel torneo di Prima divisione 2010-2011 e, nonostante la retrocessione giunta per motivi extracalcistici, ha lasciato un buon ricordo legando particolarmente con Stefano Fiore. Nell’ultima stagione ha vestito la casacca del Siracusa lottando per la promozione in B e collezionando 23 presenze ed un gol. Darebbe solidità e muscoli alla difesa. Poscoliero invece è di origini australiane e il suo cartellino è del Bassano. Ha incrociato i rossoblù nella finale di Arezzo destando un’ottima impressione con le sue sgroppate sulla corsia destra. Per ottanta minuti è stato una spina nel fianco di Varriale e compagni e già dal match col Sandonà i responsabili dell’area tecnica hanno preso informazioni e numero di telefono del ragazzo che, in un discorso basato sui giovani, sarebbe molto utile in caso di ammissione in Seconda divisione. Come detto, l’ossatura per affrontare da protagonisti il massimo torneo dilettantistico nazionale sarebbe già pronta e necessiterebbe semplicemente di qualche accorgimento. Si sfrutterebbero i buoni rapporti dell’ex azzurro e del suo avvocato per qualche classe 1994 e si pescherebbe nella Juniores. In Lega Pro invece per Stefano si aprirebbero le porte di tante squadre Primavera e non sarebbe un problema completare la rosa con giovani validei e con un minimo di esperienza alle spalle. Non solo, ma considerato che tante squadre lascerebbero i professionisti, diventerebbe più facile affrontare un mercato ricco di offerte al ribasso per l’enorme concorrenza. (Francesco Palermo)

Related posts