Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza punta i fari su Buonaiuto e Giacomarro. Si riavvicina Blondett

Il Cosenza punta i fari su Buonaiuto e Giacomarro. Si riavvicina Blondett

Per il suo soggiorno milanese il ds dei Lupi ha un’agenda fitta di impegni. Contatti con Benevento (che vorrebbe inserire Espinal nella trattativa) e Palermo. Concorrenza per Perderzoli.
giacommarro palermoIl giovane centrocampista del Palermo Dario Giacomarro classe 1995
Il viaggio milanese di Mauro Meluso sembra aver creato i giusti presupposti per un rinnovo del prestito di Edoardo Blondett (’92). Il difensore della Sampdoria è ambito da Latina ed Avellino, ma dinanzi alla prospettiva di una stagione in B tra campo e panchina o di un posto “fisso” al San Vito la scelta è combattuta. Dalle notizie trapelate dal capoluogo meneghino, il difensore portato a Cosenza da Gigi Condò e valorizzato da Cappellacci si è riavvicinato e di molto al sodalizio rossoblù. E’ chiaro che l’ultima parola spetta alla Sampdoria, ma il volere dello stopper e del suo entourage varrà pur qualcosa. Si sono registrati, nel frattempo, dei contatti con il Benevento. Al Cosenza piace l’esterno offensivo Cristian Buonaiuto (’92). Nell’ultima stagione è stato in prestito al Padova, ma è di proprietà dei sanniti a cui è legato da un contratto fino al 2016. E’ un destro naturale, ma ama giostrare sulla corsia mancina per fungere talvolta da seconda punta. Il ds Di Somma ha provato ad inserire nella trattativa l’esperto Vinicio Espinal (’82), ma quest’ultimo non è nelle grazie di Cappellacci che per il pacchetto arretrato ha manifestato l’alto gradimento per il marcatore Leonardo Blanchard (’84) del Frosinone. Grandi manovre pure a centrocampo. In cima alla lista come noto c’è Alex Pederzoli (’84) del Sud Tirol. Trapani e Vigor Lamezia sono piombate sul calciatore, ma il Cosenza è ben posizionato. Altro contatto, scrive “Il Garantista”, con il Palermo: fari puntati sulla giovane mezzala della Primavera Dario Giacomarro (’95). E’ un talento niente male di cui si dice un gran bene e che Meluso ha evidenziato col pennarello rosso sul proprio taccuino. (Luigi Brasi)

Related posts