Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Brutium ad un passo dalla gloria. Ora è spareggio con la Silana

La Brutium ad un passo dalla gloria. Ora è spareggio con la Silana

Una rete di Martire, l’uomo simbolo della squadra rossoblù, consente di sbancare Schiavonea nella finale playoff del girone A di Prima Categoria. In 150 hanno accompagnato il gruppo sullo Ionio.
brutium a coriglianoLa fumogenata della Brutium Fans e lo strioscione “And now…wolf them down”: sbraniamoli!
Delirio allo stato puro in casa Brutium Cosenza. La formazione fondata nel 2011 dagli ultras della Curva Nord ha battuto a Corigliano lo Schiavonea nella finale dei playoff del girone A. Per festeggiare il salto di categoria in Promozione adesso ci sono 90′ da vivere tutti d’un fiato. Gli avversari saranno i calciatori biancazzurri della Silana che ha trionfato nel raggruppamento B. Uno spareggio che sarà disputato in campo neutro, probabilmente a Lamezia Terme, e che vedrà un folto seguito di tifosi al seguito delle due formazioni. I supporter della Brutium si sono presentati in 150 all’appuntamento più affascinante della loro (breve) storia calcistica e sono tornati a casa entusiasti dopo che Martire, proprio l’uomo più importante, ha gonfiato la rete quando mancavano pochissimi minuti al triplice fischio finale. Illusione, sconforto ed euforia in appena cinque secondi: il tempo di calciare, sbagliare e ribattere in rete un rigore. Il conto alla rovescia che ha accompagnato gli ultimi dieci giri di orologio, più i cinque concessi per il recupero, sono stati interminabili. All’inizio erano partiti meglio i padroni di casa che con Perrone avevano subito fatto capire che avrebbero preferito lo stesso spartito suonato in campionato (due vittorie nette per gli ionici, ndr). Gardi è stato miracoloso anche su Falcone, ma intorno alla mezzora i rossoblù si scrollati di dosso il timore reverenziale. Nella ripresa De Rose ha colpito un palo, poi Attanasio è stato falciato in area da Paldino. E’ stato in quel momento che Nocito e Sena, privi dei due Scarlato perché squalificati, hanno incrociato le dita e si sono affidati all’uomo simbolo della Brutium che non ha tradito. Al 94′ la traversa ha ballato, ma Gardi non si è fatto sorprendere. Tutta la notte, adesso si farà festa: vincere calciando dal basso non è un sogno a Cosenza.

Il tabellino:
SCHIAVONEA: Matescu, Alfano, Paldino, Palopoli, Sposato, D’Amore, Bianchi, Rigido, Perrone, Falcone, Maglione. A disp.: Rizzo, Ferrari, Casciaro, Florio, Toscano, Marino, Azzinnari. All.: Iuele
BRUTIUM COSENZA: Gardi, Basta, Viteritti, Mignolo, Ponzio, Vommaro, Martire, Attanasio, De Rose, Caruso, Principato. A disp.: Gaudio, Giudice, Di Maria, Spinelli, Presta. All.: Nocito-Sena
ARBITRO: Monesi di Crotone
MARCATORE: 36′ st Martire
NOTE: Spettatori circa 500 di cui 150 di fede rossoblù. Ammoniti: Rigido (S), Falcone (S), Ponzio (B). Recupero: 1′ pt – 4+1′ st
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts