Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, primo giorno per Di Nunzio e Parigi

Cosenza, primo giorno per Di Nunzio e Parigi

I due nuovi calciatori hanno conosciuto i loro nuovi compagni e si sono mostrati al buon numero di tifosi che sbirciavano al di là della recinzione. Assente Tedeschi.

La ripresa degli allenamenti ha visto al di là della rete di recinzione un buon numero di sostenitori sbirciare i nuovi calciatori del Cosenza. L’ha fatta da padrone la curiosità: osservati speciali Parigi (in foto grande, mannarino) e Di Nunzio (a lato) che per la prima volta hanno sostenuto un’intera sessione insieme ai loro nuovi compagni. I più maliziosi hanno tenuto d’occhio anche Ciancio per capire un po’ l’umore del ragazzo dopo il mancato trasferimento al Livorno. In tuta e ai margini del rettangolo di gioco, il terzino genovese è stato tenuto a riposo dopo le infiltrazioni che gli hanno permesso di giocare contro l’Akragas nonostante il dolore all’alluce. Era l’unico fermo insieme a Tedeschi influenzato, visto che Caccetta e Statella hanno sostenuto un lavoro personalizzato e La Mantia era regolarmente a disposizione. Il menù del giorno prevedeva inizialmente per metà organico esercizi aerobici, per la parte rimanente invece palestra. A seguire un lungo possesso palla, delle soluzioni offensive finalizzate a battere il portiere avversario e la classica partitella conclusiva a ranghi ridotti. In vista del match con il Messina (fischio d’inizio domenica ore 15), Roselli avrà a pieno servizio Criaco e Pinna che rientreranno dalla squalifica. E’ presto per ipotizzare un undici titolare, specialmente perché c’è da capire le effettive condizioni di Ciancio. Ad ogni modo, Criaco riprenderà il suo post sull’out destro con Cavallaro dalla parte opposta. Da qualche settimana la coppia titolare in avanti è Vutov-Arrighini, ma La Mantia scalpita. Statella ha segnato in rosso sul calendario la data di San Valentino: vuole rientrare contro il Catanzaro nel derby. A Caccetta, invece, servirà qualche giorno in più.

 

Related posts